Dar Ciriola asporto

Alcune proposte di un gruppo di studio del PD di via della Cicala
Riceviamo e pubblichiamo - 11 Novembre 2009

Chi va, tutte le mattine, da Tor Tre Teste al centro, con la propria automobile affronta i non trascurabili problemi del traffico cittadino.
Per contro, coloro che attendono il “556”, per uscire dal quartiere e raggiungere gli altri mezzi di trasporto pubblico, che dovranno condurli a scuola o al lavoro, attendono per ore l’autobus di zona, a causa del traffico o perché una delle due vetture, che effettuano il servizio, si è rotta.
Quando finalmente arriva la vettura “superstite”, già carica di passeggeri, solo una parte della moltitudine di persone in attesa riesce a salire a bordo.
Chi rimane a terra ha una possibilità: incamminarsi a passo veloce, attraverso il parco, per raggiungere la “Palmiro Togliatti”, per i raccordi di necessità, con qualunque clima e condizioni metereologiche.
Costoro saranno in ritardo a scuola o sul posto di lavoro, ma avranno conseguito un buon allenamento come “maratoneti” !
Gli studenti universitari che frequentano l’ateneo di Tor Vergata e i pazienti del Policlinico di Tor Vergata, che sono molti nel nostro comprensorio e nei quartieri vicini, per arrivare in questi luoghi, se non dispongono di un mezzo di locomozione privato, impiegano minimo due ore, dovendo servirsi di tre mezzi di trasporto pubblico, dei quali uno è il “556”.
L’A.T.A.C ha bocciato la proposta, avanzata dal VII municipio, per l’istituzione di un collegamento tra il comprensorio di Tor Tre Teste e Ponte Mammolo, tramite la linea “550”, adducendo come motivazione il fatto che l’attivazione di una nuova linea comporterebbe spese che l’Azienda non potrebbe sostenere.
Il completamento dei lavori della metropolitana “C” è già slittato al 2013, che non sembra neppure configurarsi come il termine definitivo… e, poi, va ricordato che, per recarsi alla fermata “Giglioli” della metropolitana “C”, sempre, ci si deve servire del “556”, se non si ha la possibilità di usare un mezzo proprio di trasporto.

Il progetto relativo alla Centralità Collatina, messo a punto dai tecnici di “Risorse per Roma”, ha previsto la realizzazione di un sottopasso, in prossimità dell’incrocio, di fronte al quale si trova la sede attuale del VII municipio, per consentire alla “Palmiro Togliatti” di passare sotto la “Prenestina”.
Se il livello della “Palmiro Togliatti” verrà abbassato, per farla passare sotto alla “Prenestina”, non sembra possibile che si realizzi il progetto di una metropolitana di superficie, da Anagnina a Ponte Mammolo, in sostituzione del “451”.
In più, secondo il progetto di “Risorse per Roma, che non sappiamo se verrà adottato dall’attuale proprietario dell’area dell’ex Centro carni, l’A.M.A, che dovrà valorizzare l’area, per poterla vendere ed incamerare i 92 milioni di euro, utili per ridurre l’entità del debito accumulato, il tram “14” dovrebbe girare a sinistra, dirigersi verso l’ex Centro carni, oltrepassarlo e fare capolinea presso il nuovo deposito A.T.A.C di Tor Sapienza, che lì dovrebbe sorgere.

Con queste premesse, a noi non è rimasto altro che chiedere:
a) vetture pulite, sistematicamente revisionate e corse intensificate per il “556” Tobagi – Gardenie, del quale sono utenti gli studenti delle scuole di Centocelle e i clienti dei negozi di Centocelle;
b) l’istituzione del “556” Policlinico Tor Vergata – Serenissima (circolare), per il collegamento con la ferrovia Roma – Pescara, gli ospedali e i presidi sanitari di zona e per il con i mezzi di trasporto pubblico per le metropolitane e per gli enti previdenziali.
Anche la proposta relativa all’istituzione del “556” Policlinico Tor Vergata – Serenissima potrebbe venire respinta dall’ A.T.A.C di Roma, qualora la interpretasse come richiesta di istituzione di una nuova linea.
Vogliamo illuderci che l’Azienda prenderà in considerazione il fatto che, nel tratto Serenissima – attuale deposito A.T.A.C di Tor Sapienza, il “556” Tor Vergata – Serenissima possa anche raccogliere passeggeri, provenienti da Villa Gordiani, Collatina, Tor Sapienza, e, nel tratto che coincide con l’attraversamento Casilina, possa prendere a bordo passeggeri provenienti da Torre Spaccata, Torre Maura, Torre Angela, e che, in ragione di un’utilità estesa anche ad una percentuale di residenti nei quartieri più vicini al comprensorio di Tor Tre Teste, possa concederci l’attivazione del percorso integrativo.
Chi dovesse semplicemente uscire dal quartiere o rientrarvi potrebbe indifferentemente prendere il “556” Tobagi – Gardenie o il “556” Tor Vergata – Serenissima, nel tragitto comune, Viscogliosi – Prenestina, riducendo notevolmente i tempi di attesa.
Sia per il “556” Tobagi – Gardenie, sia per il “556” Policlinico Tor Vergata – Serenissima chiediamo fermate provviste di panchina con pensilina. Per il “556” Tobagi – Gardenie c’è già un programma d’installazione in attuazione.

Con questo vogliamo richiamare l’attenzione sui problemi del quartiere, affinché i rappresentanti politici del VII municipio possano chiederne la soluzione agli enti competenti, con proposte in linea con le necessità di chi abita nel quartiere.
Val la pena ricordare il fatto che i verbali, redatti in corso di riunione consiliare, ci indicano quanto le proposte, formulate dai consiglieri del nostro Municipio, siano in linea con le necessità più impellenti di chi abita nel territorio, con quale incisività siano state formulate e quanto sostegno i consiglieri abbiano dato alle proposte in questione, durante le votazioni, indette per approvarle.
I pareri espressi dal nostro Municipio, inoltrati agli organi di competenza (Comune, Provincia, Regione, A.N.A.S, Sovrintendenza ai beni culturali, A.T.A.C … ), il più delle volte, vengono ignorati o bocciati e, spesso, i provvedimenti emanati, anziché risolvere i problemi della zona, li complicano.
L’impegno che ci siamo dati, per modesto che sia, è quello di non far dimenticare le situazioni di disagio, che penalizzano i residenti nel comprensorio, di fare qualche proposta, nei limiti delle nostre capacità, che, se, opportunamente organizzata dalla perizia, che i nostri rappresentanti in municipio possono aver conseguita con l’esperienza, concorra, in qualche modo, a migliorare le condizioni di vita dei cittadini di Tor Tre Teste.

Gruppo di studio sulla mobilità, sul trasporto pubblico, sulla salvaguardia del verde e dell’ambiente
del Circolo PD di Tor Tre Teste, via della Cicala, 3 (Vinicio Buttarelli, Aldo Petrini, Giuseppe Marino, Elisabetta Rosi, Annarita Pellegrini)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti