200 volontari partecipano alla pulizia del parco di via Ruini a Colli Aniene

Promossa dall’associazione Crisalide, dal Comitato di Quartiere e con il supporto di Legambiente
Enzo Luciani - 18 Ottobre 2011

Successo oltre le aspettative per la manifestazione per l’ambiente promossa dall’associazione Crisalide, dal Comitato di Quartiere, dal nostro sito di informazione Collianiene.org e con il supporto di Legambiente. Un ottimo risultato che va oltre i numeri, per l’impegno e il lavoro che le persone hanno profuso senza fermarsi mai, motivati dal comune amore per questo angolo di Roma e i suoi bei giardini.

Dobbiamo confessare che temevamo un flop, visto che questa è la prima volta che viene organizzato un evento ecologico di questa portata nella nostra zona. Fino a poche ore prima abbiamo discusso circa l’organizzazione, cercando di non trascurare nulla dei dettagli, del coordinamento e delle attività di supporto garantite dall’AMA e da tante associazioni territoriali, e ci siamo ritrovati nel pieno della manifestazione senza quasi accorgercene. I residenti di Colli Aniene hanno risposto bene, come ogni volta che sono stati stimolati sull’impegno sociale e sulla cultura, e tutti possiamo essere soddisfatti di questo primo risultato. Certo, dispiace constatare l’assenza di tante persone, soprattutto quelle che protestano di più per le cose che non vanno nel nostro quartiere, che hanno preferito una giornata di caccia o la gita fuori porta anziché fornire un piccolo contributo alla nostra iniziativa. Altri ancora si sono solo affacciati, forse sperando sul fallimento dell’evento ma se ne sono andati alquanto delusi. Crediamo che non abbiano compreso che lo scopo primario era quello di incoraggiare la discussione sul degrado dei parchi, per prenderne consapevolezza e ripartire con un cammino nuovo verso un verde più pulito e più godibile. Decine e decine di sacchi di rifiuti sono stati raccolti dai volontari mentre altri provvedevano al taglio dei rami e degli sterpi che ostacolavano i pochi ingressi al parco. L’anfiteatro ha cambiato volto dopo l’intervento, sembrava tornato ai fasti di un tempo lontano quando era il fulcro della cultura a Colli Aniene.

La seconda parte del programma prevedeva un incontro tra cittadini e le istituzioni, all’insegna del rinnovo del dialogo. Aveva come argomento “Verde, ambiente… ma non solo”. Natale Di Rubbo, presidente del CdQ, ha dato avvio al confronto ringraziando gli intervenuti e sottolineando come “Quest’area era il simbolo dell’abbandono e dell’incuria. Con questa iniziativa vogliamo far rinascere nei cittadini la cura per il bene comune e richiamare l’attenzione delle istituzioni a una maggiore attenzione alle aree verdi. Questo quartiere soffre di due grossi problemi di ambiente: fumi tossici e miasmi del depuratore. A noi non interessano di chi siano le competenze: tutti devono lavorare per risolvere i problemi che ci assillano.”

Ha poi preso la parola il presidente del V Municipio Ivano Caradonna che ha elogiato il lavoro delle associazioni territoriali. Ha informato la platea che la somma concessa a favore dell’ambiente per tutto il V Municipio dal Comune di Roma ammonta a soli ottantamila euro. Un piccolo stanziamento che non permette grandi interventi. “Questa è la complessità che dobbiamo affrontare. Nel nostro municipio abbiamo sette stazioni metropolitane ma neppure un euro per la loro manutenzione.” Riguardo alla bonifica di via della Martora ha dichiarato come il Municipio abbia fatto lettere, incontri e solleciti verso il Comune per sostenere la lotta dei cittadini.

Il presidente del CdQ ha replicato che ci aspettiamo un maggior impegno dal Municipio che deve incalzare chi ha la responsabilità per risolvere le grandi questioni.
È poi intervenuto Carlo Mariotti del gruppo Crisalide che ha chiesto che gli oneri accessori versati dai costruttori dei box di via Ruini e di via Corsanego siano utilizzati per la manutenzione dei parchi di questo quartiere.
Per concludere Antonio Viccaro, anche lui del gruppo Crisalide, ha voluto sottolineare l’impegno dell’organizzazione per un intervento che ha una doppia valenza: una operativa, che ha portato alla pulizia del parco di via Ruini, e l’altra finalizzata a rivalorizzare il rapporto tra cittadini e istituzioni al fine di lavorare insieme per il bene della comunità.
Auspichiamo che la presenza alla manifestazione dell’assessore ai lavori pubblici del V Municipio Massimo Caprari e di quello all’ambiente Giovanni Andrea Callea e di alcuni consiglieri, tra i quali abbiamo riconosciuto Francesco Paolo Pantano (IDV), Emiliano Sciascia (PD) e Claudio Fanasca (API), serva a prendere atto delle richieste dei cittadini e a ottenere quella collaborazione dei nostri rappresentanti che, ad oggi, dal nostro punto di vista appare ancora insufficiente. Si può dare di più!

Fonte: sito Collianiene.org 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti