Dal Forum ambiente al Parco Palatucci

Ecco quanto è emerso nell'incontro del 23 luglio 2020 nel teatro Alessandrino
Angelo Cinat - 24 Luglio 2020
Ecco in sintesi quanto è emerso nel Forum ambiente tenutosi il 23 luglio 2020 nel teatro del Parco Palatucci a Tor Tre Teste.
Il Municipio V intende coinvolgere enlla tutela del verde:
– l’albo volontari del verde e del decoro
– i percettori del reddito di cittadinanza che scelgono di fare del volontariato
– le associazioni regolarmente registrate c/o Agenzia Entrate e quindi titolate a firmare convenzioni col Municipio.
Nel coinvolgimento dei volontari è prevista una copertura assicurativa (compreso l’INAIL) che prevede la responsabilità civile e verso terzi.
Il municipio ormai alla soglia della quarta annualità presenta la sua progettualità inerente alle iniziative culturali legate all’ambiente.
Più in particolare a settembre è prevista una: SETTIMANA DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE dove verrà illustrato quello che si è sperimentato e si prefigurerà quello che si vuole fare per il futuro. L’assessore Pulcini si è dichiarato aperto a tutte le proposte costruttive capaci di coinvolgere la cittadinanza che consentano di cambiare cultura in vista di una vita più decente.
In questa settimana ci sarà:
– il premio CALDARO, intitolato ad uno storico artigiano di Centocelle, promotore e precursore dell’uso della bici. C’è una manifestazione d’interesse del municipio alla presentazione di progetti di mobilità sostenibile, con un certo rammarico l’assessore confessa che lo scorso anno non sono stati presentati progetti da parte dei cittadini (tradizionalmente c’era una corsa che paralizzava Centocelle ma la gente si assiepava lungo le strade per veder passare i ciclisti). Al municipio si dichiarano ambiziosi e vorrebbero ricalcare il percorso storico ma ci sono notevoli rallentamenti dovuti ai mesi di Covid e soprattutto al Centro educazione ambientale impoverito quest’anno di una persona in pensione.
– RADUNO DI MEZZI ELETTRICI dove molti possessori di questi mezzi si metteranno a disposizione x sciogliere dubbi e perplessità.
– SHOW ROOM MOBILITÀ SOSTENIBILE che consiste nell’offrire spazi nelle sovrastazioni delle metro a produttori e distributori locali di mezzi per la mobilità sostenibile. Può servire per diffondere mezzi alternativi (car sharing).
Purtroppo esempi mal riusciti (secondo cittadini intervenuti) di piste ciclabili vedi via Prenestina (dove alla prima azienda è stato rescisso il contratto, la seconda ha rinunciato e alla terza si stanno ultimando i passaggii burocratici)
Si ricorda che le piste ciclabili rientrano in un obbligo UE.
L’assessore ha sottolineato che una riduzione del 10% del traffico veicolare privato fluidifica del 40% il traffico veicolare
Altro problema: i mobility manager, figura esistente da 20 anni c/o privati e non,  sono scarsamente operativi e non dimostrano grande sensibilità ai problemi. I problemi sul tappeto sono l’assenza di rastrelliere per bici e l’assenza di docce.
Eppure la UE ha lanciato il suo GREEN DEAL che racchiude: mobilità sostenibile ciclo dei rifiuti uso risorse biodiversità.
Il municipio ha bandito gare per acquistare 46 bici elettriche su percorsi naturalistici ed archeologici, 75 stalli per bici da collocare nelle scuole (Amsterdam è la città che ha più piste ciclabili ma è anche quella dove vengono maggiormente rubate ed esportate in Africa)
Altra proposta degna di nota è quella delle bici pieghevoli che consentono di non fare l’intero percorso in bici ma di inframmezzarlo coi mezzi pubblici.
C’è stato un ulteriore intervento che, riferendosi a ripetuti accenni ad un’organizzazione sistemica da parte dell’assessore riguardo la mobilità ha sottolineato con forza che con l’individualismo non si risolvono i problemi.  Prima occorre una integrazione trasporti: bici elettriche monopattini trasporti collettivi elettrici. Occorre una visione complessiva della mobilità della  città mettendo le giuste risorse anche soldi UE e coinvolgendo tutti.
A Roma ci sono 1900 autobus alcuni di questi hanno sul groppone milioni di km. C’è la Roma-Giardinetti già finanziata, il tram sulla Togliatti. Questi sono due progetti strategici. Sono stati comprati 250 bus altri 328 affittati. Si stanno realizzando 150 km di ciclabili (Roma 13.a città in Italia).  L’efficientamento del servizio pubblico e le piste ciclabili devono produrre una rivoluzione culturale con l’Intermodalità l’implementazione di nuove corse. I controllori sui bus sono aumentati del 400%, sono aumentate le sanzioni anche se l’evasione rimane alta.
Ultimo intervento è stato quello di un esponente dell’Ass. Planet 2084 che ha proposto di insegnare ai bambini ad andare a piedi a scuola, realizzare mappatura percorsi verdi per evitare alle mamme di accompagnarli in macchina.
L’assessore Pulcini ha dichiarato che si cambierà l’accesso a 6 scuole per garantire una maggiore sicurezza.
Ultima nota: il teatro Alessandrino a ottobre verrà rimesso a nuovo e c’è una proposta di regolamento per usufruirne
Ultimi appuntamenti:
– SETTIMANA EUROPEA RIDUZIONE RIFIUTI a fine novembre
– FESTAM festival dell’Ambiente

 

Angelo Cinat

 

Municipio Roma V – Forum ambiente

Pubblicato da AbitareA Roma Notizie su Giovedì 23 luglio 2020


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti