3570 gold. Il taxi con bancomat, internet wi-fi e grande bagagliaio

In una vettura costantemente manutenuta ed con il "Bollino Ok Codacons"
di Maria Giovanna Tarullo - 22 Settembre 2011

La città di Roma si prepara ad accogliere i suoi visitatori con un servizio di trasporto a cinque stelle. Dall’intesa tra la cooperativa 3570 ed il Codacons nasce il progetto "3570 Gold" che vede l’introduzione di una serie di auto bianche dove la prerogativa risulta essere lusso e comfort senza dover mettere la mano al portafoglio, visto che le tariffe rimarranno quelle di un comune taxi.

Il nuovo servizio, attivo dal 10 giugno, riunisce già 1250 vetture appartenenti alla cooperativa che ha deciso di aderire all’iniziativa garantendo la massima osservanza della "Carta dei Servizi", che permetterà loro di usufruire del "Bollino Ok Codacons."

A spingere il cliente a richiedere una corsa "3570 Gold" è la possibilità di pagare con bancomat o carta di credito, l’utilizzo di un collegamento internet wi-fi, un bagaglio di ben 400 centimetri quadrati ed una costante manutenzione della vettura.

Oltre a questi servizi, per entrare in possesso del titolo "3570 Gold", il conducente della vettura dovrà rispettare una formazione adeguata, non solo relativa al codice stradale, anche per quanto riguarda la sfera dei rapporti con la clientela, sapendo anche gestire situazioni di crisi ed essere di aiuto per cittadini e turisti. Il tassista dovrà adottare un abbigliamento consono oppure una divisa unitaria.

"La concorrenza si fa con la qualità – ha commentato il presidente del Codacons Carlo Rienzi – e ci auguriamo che la gente apprezzi questo servizio in modo che anche le altre cooperative si adeguino. I nostri controlli a campione saranno accurati e anonimi e chi non sarà in regola dovrà uscire dal servizio".

"E’ significativo – ha affermato Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilita’ di Roma Capitale – che intorno allo stesso tavolo siano seduti il rappresentante degli operatori del trasporto pubblico non di linea e quello degli utenti. Questo è accaduto per circa cinque mesi durante l’elaborazione del regolamento che verrà discusso in Aula Giulio Cesare e che è il prodotto della sintesi operata dall’amministrazione dopo un lungo confronto con le associazioni di categoria e le associazioni dei consumatori.

Il documento che ne è scaturito – continua Aurigemma – è stato largamente condiviso e ha come linee guida gli incentivi per l’acquisto di mezzi meno inquinanti, misure di trasparenza che hanno ricevuto il plauso dell’autorità presieduta da Catricalà, l’aumento delle corsie preferenziali e la lotta all’abusivismo. Chi parla strumentalmente di aumenti tariffari mente sapendo di farlo.

Per questo, ancora una volta, invitiamo l’opposizione a farsi portatrice di proposte costruttive e di condividere lo spirito di confronto e partecipazione portato avanti da questa amministrazione".

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti