6 aprile 1944: il rastrellamento di Centocelle ad opera della Banda Koch

Iniziate le commemorazioni di aprile della Resistenza nei quartieri del V Municipio
F. S. - 6 Aprile 2021

A distanza di neanche 2 settimane dalla commemorazione dei martiri delle Fosse Ardeatine di Centocelle, l’ANPI locale, sezione Giordano Sangalli, ha organizzato questa mattina, 6 aprile 2021, la commemorazione del rastrellamento di Centocelle, avvenuto esattamente nella notte tra il 5 e il 6 aprile del 1944, nei pressi del Forte Prenestino, ad opera della famigerata banda di Pietro Koch, collaborazionista dei nazisti occupanti e distintosi come persecutore e torturatore di partigiani e semplici antifascisti.

Erano presenti, in piazza delle Camelie davanti al monumento ai caduti della Resistenza, una ventina di cittadini del quartiere, tutti ben distanziati e provvisti di mascherina, insieme ai rappresentati dell’ANPI e dell’Istituzione Municipale: il Presidente Boccuzzi, le assessore Brunetti e Mammarella, nonché il Delegato alla valorizzazione della memoria storica, prof. Francesco Sirleto.

Il Presidente Giovanni Boccuzzi, dopo aver deposto una corona d’alloro alla memoria dei rastrellati e dei martiri, ha ricordato che Centocelle è il secondo quartiere di Roma, dopo il Quadraro, ad aver ricevuto, dal Presidente della Repubblica nel 2018, la medaglia d’oro al merito civile (medaglia posta nel gonfalone del Municipio fatto confezionare dall’amministrazione).

Il presidente ha inoltre ha affermato che questa odierna è la prima delle commemorazioni che, in questo mese di aprile, si svolgeranno nel territorio municipale: il 17 al Quadraro, il 25 a Centocelle, Villa Gordiani, Torpignattara, Pigneto, per poi concludersi, il 4 giugno, con una commemorazione in Consiglio Municipale per ricordare il 77° anniversario della Liberazione della Capitale. Il Presidente ha infine ricordato i testimoni che ci hanno lasciato nel corso degli ultimi mesi: Leonina Forcella, Modesto di Veglia, Clemente Scifoni.

Dopo di lui ha preso la parola il prof. Sirleto che ha ricostruito il contesto storico nel quale ebbe luogo il rastrellamento di Centocelle: l’occupazione del quartiere il 10 settembre del 1943, l’organizzazione nei giorni successivi delle varie formazioni di combattenti partigiani (GAP, Bandiera Rossa, Brigate Matteotti, Brigate di Giustizia e Libertà), i molti episodi di guerriglia, la liberazione di Centocelle dai tedeschi e dai fascisti dal 26 gennaio alla fine di febbraio 1944, la cattura dei partigiani che finirono massacrati alle Fosse Ardeatine, la funzione strategica della resistenza dell’VIII Zona nell’ambito della Resistenza romana e dell’avanzata degli Alleati dal fronte di Cassino e di Anzio verso Roma. Il prof. Sirleto ha inoltre ricordato l’impegno dell’Amministrazione alla costruzione di un “Giardino dei Giusti” nel V Municipio, nonché al finanziamento di una pubblicazione che raccolga tutte le fonti scritte e le notizie relative agli eventi e ai protagonisti della Resistenza nei quartieri del V Municipio. Ha concluso la manifestazione, per conto dell’ANPI, la prof.ssa Manuela Marega che ha illustrato le iniziative dell’ANPI nei prossimi mesi.

Centro Commerciale Primavera Saldi 2023

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti