650 operatori della Polizia impegnati per la sicurezza del Capodanno

1.000 gli interventi effettuati nella notte. Sono 650 le chiamate al 113 nei primi 60 minuti dopo la mezzanotte
Enzo Luciani - 1 Gennaio 2011

Pochi minuti intorno alla mezzanotte per un brindisi con il Questore, e poi gli uomini e le donne della Sala operativa e del 113 della Questura di Roma sono tornati a coordinare gli oltre 650 operatori della Polizia di Stato, (circa 300 uomini dei 49 Commissariati e 30 equipaggi delle Volanti) che dalle ore 22.00 di ieri hanno pattugliato la città per garantire la sicurezza del Capodanno romano.

Un breve briefing operativo intorno alle ore 22.30 tenuto dal dirigente delle Volanti in piazza del Popolo con tutte le pattugli poco prima dell’inizio del servizio per illustrare gli scenari della notte, quindi, pochi minuti, e tutte le auto hanno raggiunto le rispettive zone di competenza.

Sono circa 1.000 gli interventi effettuati nel corso della notte, ed orientati dalle telefonate dei cittadini al servizio 113. Sono 650 le chiamate pervenute al 113 nei primi 60 minuti dopo la mezzanotte, con un trend medio di circa 250 chiamate ogni ora fino alle ore 4.00, per poi registrare una tendenza alle 100 chiamate medie fino alle ore 7.00 di questa mattina.

Nel corso della notte, con particolare riferimento alle manifestazioni di maggiore rilievo, tra cui il Concerto di Claudio Baglioni” in Piazza Madonna del Loreto, il The Rephlexeve presso Palazzo dei Congressi EUR e “Capodance 2011 presso la Fiera di Roma, non sono stati segnalate fatti o eventi in grado di turbare l’ordine pubblico.

E’ di 36 persone ferite per incidenti verificatisi nel maneggio incauto di fuochi pirotecnici durante i festeggiamenti il bilancio parziale della notte di Capodanno. Di queste 27 hanno riportato lesioni alle mani e agli occhi.

L’episodio più grave, gestito dalle Volanti e dalla Squadra Mobile della Questura, si è registrato intorno alle ore 2.30, quando in piazza Marconi, nei pressi di un locale della zona, si è verificata un’aggressione tra 3 giovani, due dei quali hanno riportato gravi lesioni. Le indagini avviate nella immediatezza del fatto dagli uomini della Squadra Mobile hanno consentito l’arresto di un 22enne pregiudicato per lesioni gravi.

Due sono invece gli incendi che hanno richiesto l’intervento degli uomini delle Volanti. Il primo si è verificato in uno stabile di via Gaetano Ermoli, dove le fiamme, poco dopo le ore 2.30, hanno interessato il secondo piano dell’edificio. Uno degli inquilini, nel tentativo di mettersi in salvo, si lanciato dalla finestra, decedendo all’impatto con il suolo. Altre 25 persone sono rimaste intossicate dal fumo, di cui 10 hanno avuto bisogno di cure mediche presso le strutture ospedaliere.

Un secondo incendio si è invece verificato presso un supermercato in piazza S. Maria Ausiliatrice. Il locale, per cause ancora da accertare, è andato distrutto ed è attualmente inagibile.
Sono stati braccati invece i 2 rapinatori che avevano appena messo a segno un colpo in una tabaccheria. Si tratta di 2 italiani, si 21 e 25 anni, che sono stati bloccati dalle Volanti subito dopo aver messo a segno il colpo dal bottino di appena 100 euro in via Pietralata.

Altri 2 italiani sono stati arrestati per furto, perché sorpresi nel tentativo di rubare uno scooter in via Laurentina.

A finire in manette nel corso della notte anche una ragazza italiana di 31 anni ed il compagno argentino. I 2 erano stati fermati in quanto l’uomo era stato sorpreso ad urinare sul muro perimetrale dell’edificio della predetta via. Al momento del controllo i 2 hanno tuttavia reagito agli agenti. Per loro l’accusa è di oltraggio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Durante l’intera giornata di ieri sono proseguiti i sequestri di fuochi d’artificio illegali effettuati dagli uffici della Questura di Roma. Complessivamente, sono oltre 700 i kg. di giochi pirotecnici fuori legge finiti nella rete degli agenti impegnati sul fronte della prevenzione nelle ultime ore.

Nella giornata di ieri 100 kg. sono stati sequestrati dalla Squadra Mobile all’interno di un maneggio della periferia di Roma, dove, tra alcuni sulky (carri per il trasporto di cavalli da corsa), vi era parcheggiata un’auto al cui interno sono stati rinvenuti gli articoli poi sequestrati e pronti alla vendita al dettaglio abusiva.

Nella circostanza ad essere denunciato è stato un cittadino marocchino. Altri 100 kg. sono stati sequestrati ad un cittadino cinese di 32 anni, che aveva adibito il suo negozio di Ostia a punto vendita di fortuna di fuochi d’artificio non conformi alla normativa vigente. Quindi, il terzo sequestro di rilievo della giornata è stato effettuato nella zona di Monteverde, a carico di 2 cittadini egiziani, improvvisatisi venditori ambulanti di artifici pirotecnici, anche in questo caso fuori legge.

LINK PER IMMAGINI


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti