A Rocca Massima il Premio Goccia d’Oro 2013

La premiazione avrà luogo l’11 agosto nel suggestivo “Parco della Memoria
Redazione - 27 Luglio 2013

Il Premio Goccia d’Oro è un concorso di poesia, pittura e fotografia organizzato, ormai da undici anni, dalla Associazione Culturale “Mons. Giuseppe Centra” a Rocca Massima. Ci sono due sezioni: adulti e ragazzi. Gli adulti provengono da tutta l’Italia: dalla Valle d’Aosta alla Sicilia; i ragazzi sono in prevalenza del Lazio, ma non mancano rappresentanze di altre regioni.

La premiazione viene effettuata a Rocca Massima con una cerimonia intercalata da musiche e canti, letture di poesie e interventi di persone importanti. Quest’anno avrà luogo l’11 agosto alle ore 21, nel suggestivo “Parco della Memoria”, uno dei luoghi più belli di Rocca Massima. La stampa si è sempre interessata alla manifestazione; RDVS (Radio Delta Velletri Stereo), fin dall’inizio ha pubblicizzato non solo la conclusione del Premio, ma tutte le varie fasi, iniziando con la segnalazione dei bandi e continuando con interviste ai membri dell’Associazione; l’ultima intervista è stata effettuata al Presidente il giorno 16 luglio. Ce ne sarà un’altra il 2 agosto.

Quest’anno  un invito è stato rivolto a Lazio TV perché riprenda la cerimoniadell’11 agosto alle 21

Da tre settimane ormai i responsabili dell’Associazione sono sotto pressione, dapprima per accogliere le commissioni giudicatrici delle Poesie degli adulti, di quelle dei ragazzi e delle fotografie; poi per preparare la pubblicazione del “Catalogo” che raccoglie le opere migliori di ogni sezione e sarà distribuito la sera della premiazione. Quest’anno, per motivi organizzativi è stata sospesa la mostra di pittura. Li giurie sono esterne all’Associazione, per assicurare la massima imparzialità ai partecipanti.

La giuria delle foto è stata presieduta da un fotografo eccezionale: Mr. Peter J. Zagar, figlio di italiani, vissuto a lungo negli USA, dove ha lavorato per diversi anni per National Geografic girando il mondo e conoscendo gli angoli più reconditi ma interessanti dal punto di vista scientifico, estetico, panoramico. Con lui erano : Luigi Passero, Delegato Provinciale FIAF Latina e Angelo Movizzo, presidente Ass. Cult. Latina.

Hanno lavorato con lena ed in armonia, consegnando alla fine all’Associazione un elenco-graduatoria dei partecipanti, che sarà usato per la premiazione dell’11 agosto prossimo(ore 21) a Rocca Massima. Una piccola soddisfazione per l’Associazione e in modo speciale per i soci che hanno lavorato per il concorso fotografico (Giorgio Mattoccia, Missella Lucarelli, Enrico Stirpe, Delfino Alessandroni), è venuta dal giudizio lusinghiero espresso per l’organizzazione della mostra fotografica.

Per quanto riguarda la poesia, i partecipanti adulti sono risultati più numerosi dell’anno scorso e tra di loro ci sono diversi poeti che partecipano per la prima volta. Le poesie degli adulti sono state presentate senza il nome dell’autore, ma con un motto che le distinguesse, mentre i dati erano chiusi in una busta con lo stesso motto. Tale busta è stata aperta solo dopo che la giuria aveva esaminato tutte le poesie e stilato il verbale che viene conservato nell’archivio dell’Associazione. Gli autori risultano sparsi un po’ in tutta la Penisola, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, ma ce ne sono anche diversi di Velletri e delle zone a noi vicine: Genzano, Roma, Ciociaria ….. città di Latina.

Tra i “giurati” abbiamo avuto tre scrittori di poesie assai noti e due insegnanti di Scuola Media Superiore, Scuola Secondaria di II° grado, secondo la dizione aggiornata. Anche loro alla fine del lavoro hanno consegnato una graduatoria che servirà per assegnare i premi e scegliere tutte le altre poesie degne di essere pubblicate sul catalogo che sarà pronto per la sera del giorno 11 agosto.

Per la massiccia partecipazione dei ragazzi al concorso di poesia, già da alcuni anni l’Associazione ha dovuto mettere un limite massimo di 6 poesie per ogni classe. Sono arrivate 250 poesie da una ventina di scuole: Velletri, Genzano, Roma, Latina, Giulianello, Cori, Anagni, Alatri, Isola Liri, Scauri, Segni. Dodici ragazzi saranno premiati la sera del giorno 11 agosto, gli altri riceveranno un premio nella loro scuola entro dicembre: un membro dell’Associazione provvederà dopo un preventivo accordo con il dirigente scolastico. Anche per i ragazzi ci sarà un bel numero di poesie degne di pubblicazione.

Il concorso di poesia dei ragazzi è molto apprezzato dai dirigenti scolastici e dai docenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. L’elogio più comune è quello che i ragazzi, i quali si impegnano a lavorare per produrre una poesia, riescono poi ad esprimersi meglio in Italiano. Alcuni insegnanti stimano il concorso di poesia per ragazzi come un ausilio didattico per i loro alunni. La commissione giudicatrice delle poesie dei ragazzi è stata composta quest’anno da 9 persone: docenti in servizio o in pensione, amanti della letteratura e… scrittori di poesie.

Il “Premio Goccia D’oro” coinvolge molte persone e richiede molto lavoro. Sia i soci dell’Associazione che gli amici che li aiutano, prestano la loro opera gratuitamente: tutti credono nel valore della cultura e sono felici si dare un aiuto per diffonderla e meritano di essere ringraziati sentitamente soprattutto di tutti coloro che partecipano al “Premio Goccia d’Oro”, con i ragazzi in prima fila.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti