A Rock in Roma la campagna Roma dice NO alla violenza sulle donne

L'assessora Cattoi: "Vogliamo che il contrasto della violenza, così come la solidarietà e l’assistenza alle vittime sia sempre in primo piano"
Redazione - 21 Luglio 2015

Arriva anche sul palco di Capannelle la campagna di Roma Capitale contro la violenza sulle donne, che potrà così coinvolgere una  vastissima platea di ragazze e ragazzi appassionati di musica. Grazie alla collaborazione degli organizzatori di Rock in Roma sono stati infatti posizionati all’ingresso dell’area concerti i pannelli che riproducono  le opere, ispirate al tema del contrasto alla violenza, di David “Diavù” Vecchiato, Camilla Falsini, Mister Thoms e Rita Petruccioli, tutti street artist di MURo (Museo di Urban Art di Roma).

RomaRock“Il messaggio della campagna ‘Roma dice no’ è di fondamentale importanza per gli interlocutori a cui è diretta – dichiara Alessandra Cattoi, assessora al Patrimonio, Politiche UE, Comunicazione e Pari Opportunità di Roma Capitale – e i risultati positivi che può conseguire. Rivolgersi in modo particolare ai giovani per promuovere la cultura del rispetto e valorizzare il ruolo delle donne è uno strumento di grande efficacia nella lotta per combattere e prevenire ogni forma di violenza.”

Nei prossimi mesi gli stessi pannelli saranno posizionati presso alcune stazioni della metropolitana per coinvolgere e sensibilizzare un pubblico ancora più numeroso e diversificato.

“Vogliamo che il contrasto della violenza, così come la solidarietà e l’assistenza alle vittime, – conclude l’Assessora – sia sempre in primo piano e non limitato solo a singole occasioni e ricorrenze particolari.”

Le opere raffigurate sono (da sinistra): David “Diavù” Vecchiato – “Donna Roma”; Camilla Falsini – “Apollo, Dafne non ti vuole”; Mister Thoms – “Nòreal. Perché io valgo”; Rita Petruccioli – “Not me”

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti