A Roma arrivano le ronde nere

Alemanno: "Questore e Prefetto mettano fine a queste pagliacciate"
Enzo Luciani - 21 Settembre 2009

Sabato pomeriggio sono scese per le strade di Roma le ronde nere. Una decina di volontari, guidati da Gaetano Saya, presidente del Partito nazionalista italiano, in divisa color ocra, pantaloni neri, tricolore e aquila sul petto, hanno percorso le vie centrali della capitale in schiera e con il braccio destro alzato. Quando la volontaria, Maria Antonietta Cannizzaro, presidente del Msi-Movimento destra nazionale è stata fermata da una pattuglia senza documenti ha immediatamente protestato: "Ma come sono il presidente di un partito, mica una sconosciuta… se ero Fini che facevate?".

Immediata la reazione del Sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha chiesto ufficialmente "al Prefetto e al Questore di intervenire per evitare che la nostra città venga segnata dalle vergognosa pagliacciata delle ronde nere”.   

“Esiste un ben preciso regolamento emanato dal Ministero degli Interni – ha dichiarato Alemanno – che proibisce le strumentalizzazioni politiche dell’istituto degli Osservatori volontari per la sicurezza, introdotto dal pacchetto sicurezza del Governo. Inoltre questa attività può essere avviata in città solo su specifica richiesta del Sindaco, richiesta che io ancora non ho avanzato al Prefetto di Roma”.

“Per questi motivi, è evidente che il gruppetto di provocatori che ha dato vita alla sceneggiata coordinata da Gaetano Saia stia operando chiaramente fuori dalla legge e deve essere perseguito. Ci deve essere una reazione immediata per evitare provocazioni e strumentalizzazioni da ogni parte politica contro il pacchetto sicurezza proposto dal ministro Maroni e approvato dal Parlamento”. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti