A San Giovanni cambio della viabilità dal 18 maggio

Lo annuncia l'assessore alla Città in movimento Pietro Calabrese
Redazione - 15 Maggio 2020

“A partire da lunedì prossimo 18 maggio 2020 – informa l’assessore alla Città in movimento Pietro Calabrese in un post su facebook che qui di seguito riportiamo integralmente – nel quartiere di San Giovanni verrà finalmente realizzato il nostro progetto di restyling completo della zona compresa tra viale Castrense, via La Spezia, via Taranto e Largo Brindisi. Trasformiamo così un’area centrale della città in chiave sostenibile, creando una nuova corsia preferenziale per i mezzi pubblici, due ciclabili e nuove aree pedonali, istituendo inoltre il senso unico su Via La Spezia e Via Taranto. Ora più che mai i cambiamenti come questo sono fondamentali per riequilibrare gli spazi, in favore sia del prolungamento dei corridoi di trasporto pubblico che della mobilità sostenibile, tenendo sempre come punto di riferimento il nostro Piano Urbano della Mobilità Sostenibile.

“Ringrazio il Presidente della Commissione Mobilità Enrico Stefàno il cui impegno è stato determinante per arrivare a questo risultato: è un lavoro che ha portato avanti fin dall’inizio, nonostante la ridotta risistemazione dell’area non fosse assolutamente modificabile, perché su progetto ereditato allo stato realizzativo rispetto alla chiusura del cantiere metro C. Data la forte potenzialità di valorizzazione di questo ambito, giustamente non si è arreso, andando a correggere l’ennesimo errore del passato.

Laboratorio Analisi Lepetit

“I lavori partiranno da Largo Brindisi, per il quale è previsto un ampliamento dell’area pedonale che diverrà anche un hub multimodale, con accesso diretto alla stazione metro San Giovanni. Sempre su Largo Brindisi realizzeremo anche un parcheggio per le bici, chiuso e controllato, accessibile ai titolari di MetreBus Card. Le ciclabili previste su via La Spezia e via Taranto convergeranno proprio sul nodo di scambio con le due metro A e C.

“Su via La Spezia una nuova preferenziale favorirà la circolazione dei mezzi pubblici, mentre viale Castrense sarà chiuso al traffico nel tratto che va da via Nola a piazzale Appio. L’obiettivo è individuare un vero e proprio “ambito di valorizzazione castrense” così da tutelare, salvaguardare e valorizzare la ricchezza storico ambientale del sito costituito dalle Mura Aureliane, dalle Torri e dall’Anfiteatro Castrense, il tutto al servizio dei cittadini. Un progetto successivo prevede infatti, tra le altre cose, la creazione di un parco urbano lineare lungo le Mura Aureliane, che si ricollegherà al parco esistente di via Carlo Felice.

“Il nuovo schema di circolazione e gli interventi di riqualificazione non solo favoriranno il trasporto pubblico e la mobilità ciclabile e sostenibile, ma andranno anche a realizzare una vera e propria rigenerazione urbana di tutta l’area. Confermiamo così la visione per cui la mobilità è, e sarà, uno dei pilastri fondamentali nelle trasformazioni che andranno a migliorare la qualità della vita negli spazi pubblici della Capitale”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti