Acciuffali! La più attesa sfida dell’anno

Ettore Visibelli - 4 Giugno 2019

Solo una scusa. Sì, la visita del presidente degli Stati Uniti alla Casa Reale Inglese abbiamo scoperto essere soltanto una scusa, a mascherare il vero motivo del viaggio.

Dopo l’incontro di un anno fa, a Singapore, col Presidente della Nord Korea per il Campionato Mondiale della Bugia – conclusasi con un nulla di fatto – è la seconda volta che Trump accetta un altro incontro, fuori casa, stavolta nella tana del connazionale ciuffo dorato Johnson, ex Sindaco di Londra, nato tuttavia a New York diciotto anni dopo di lui.

Nel frattempo, la cinquantenne Mrs. Melania ha già sconfitto, per manifesta superiorità, l’attempata Lady Camilla, in termini di charme e love by chance.

I bookmakers hanno lavorato nell’ombra e la sfida, che si terrà segretamente al Covent Garden, tra lo sfidante Donald, detto Ciuffettone e il detentore Boris, dai suoi sostenitori soprannominato Geppy (in italiano Geppetto), è considerato l’evento mondano dell’anno.

Organizzato dall’Associazione Internazionale “Beard & Hair”, che raccoglie i più titolati Parrucchieri, Peluqueros e Coiffeurs del mondo, sul palco del Royal Opera House i due si accapiglieranno, nel vero termine della parola, e vincerà l’incontro chi, alla fine, ne uscirà con il minor numero di capelli strappati, che saranno conteggiati dall’attenta giuria, alloggiata nella buca dell’orchestra, collocata sotto il proscenio. La giuria, composta dai più famosi calvi in circolazione, della quale faranno parte gli italiani Luca Zingaretti e Claudio Bisio, sarà presieduta dal còrso Monsieur Eugene Capellà, Sindaco di Calvi.

La giuria dovrà anche tener conto di come si presenteranno le capigliature dei due contendenti al termine dello scontro, previsto sulle due riprese da tre minuti ognuna, separate da 15 minuti d’intervallo, durante il quale è permesso l’intervento delle consorti a ricomporre il ciuffo del marito.

L’incontro non essendo stato autorizzato dalla Corona Inglese, si svolgerà alla macchia, con scommesse clandestine, nelle e quali si vocifera già di un’ingente somma puntata per conto della Regina, dal suo ciambellano particolare O’Bisckery.

Al suo rientro negli USA, Ciuffettone è speranzoso di riportare in Patria la Parrucca d’Oro, prezioso Challenge Trophy, già vinto, anni fa, dal non dimenticato Elvis e, per breve tempo, detenuto anche dall’attore e cantante Dean Martin. Per la cronaca, nel 1965, con Bobby Solo l’Italia non riuscì a vincere l’ambita Coppa.

Ettore Visibelli


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti