Acea ATO2 cambia il contatore. Panico in una palazzina di piazza dei Mirti

Anziani e Invalidi per 30 ore senz’acqua. Provvidenziale intervento della Protezione Civile del Comune di Roma
Alessandro Moriconi - 25 Maggio 2020

Sono passate ormai quasi tre settimane, dall’intervento dei tecnici di AceaAto2 chiamati per un guasto al contatore di uno degli stabili che hanno cadenzato la storia urbanistica del quartiere di Centocelle, in piazza dei Mirti, 40 … sei appartamenti abitati da residenti anziani, molti dei quali anche con patologie invalidanti.

Nel primo mattino  del giorno 8 maggio 2020 iniziava la mancanza di acqua nel condominio. Scompiglio tra i residenti e inizio di tambureggianti telefonate al Servizio Guasti, ben 12, ma senza nessuna rassicurazione circa i tempi necessari al ripristino del flusso dell’acqua.

Subentra la paura di non riavere il flusso idrico in tempi brevi e i cittadini iniziano ad investire del problema anche la Polizia di Stato e la Polizia di Roma Capitale attraverso lo 06.06.06 e la Regione Lazio, servizio controllo Covid.

Dalla Regione Lazio veniva suggerito, vista anche la situazione igienico sanitaria che si  stava  creando in ragione del disagio dei venti  abitanti (anziani, minori e disabile) di  interessare  la  Protezione  civile del Comune di Roma. Cosa che i residenti facevano alle 7.30 del giorno 9 maggio dopo una notte senz’acqua. Ed è proprio grazie alla Protezione Civile del Comune di Roma che appena un’ora dopo AceaAto2 interveniva con una squadra.

Il guasto era stato provocato da una valvola difettosa sostituita in pochissimo tempo e flusso dell’acqua veniva immediatamente ripristinato.

I residenti  e il Signor Aldo in particolare, ci tengono a far sapere e raccontare quello che rappresenta un disservizio dell’Azienda Romana, in quanto non è possibile avere disagi di questo tipo per oltre una giornata, quando poi per l’intervento risolutore è stata necessaria meno di un’ora di lavoro.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti