Acea, Santori denuncia mancanza trasparenza

Santori: "rifiutato accesso a documenti. Svilito ruolo assemblea capitolina"
comunicato stampa - 11 Ottobre 2012

“E’ inconcepibile che vengano negati alcuni documenti ad un consigliere di Roma Capitale nell’espletamento delle proprie funzioni istituzionali. Questa purtroppo è la dimostrazione di come viene svilito il ruolo di indirizzo e controllo dell’assemblea capitolina su un tema fondamentale relativo alla trasparenza degli atti pubblici”. Fabrizio Santori, consigliere di Roma Capitale e candidato alle primarie del centrodestra per il Sindaco di Roma, commenta così in una nota la lettera con cui “l’amministratore delegato di Acea ha negato l’accesso agli atti per conoscere l’elenco delle persone assunte negli ultimi anni, anche con contratto di incarico esterno”.

“La società, seppure quotata in borsa, rimane un’impresa pubblica della quale Roma Capitale ha la maggioranza delle quote, e come tale è obbligata a mostrare i documenti ai consiglieri che lo richiedono, come numerosa giurisprudenza ha ripetutamente confermato, a partire dal Consiglio di Stato fino ad arrivare alla Corte Costituzionale. Stiamo predisponendo una reiterazione della richiesta indirizzata anche al Sindaco. Se non riceveremo risposta positiva saremo costretti a rivolgerci alla Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri”, conclude Santori.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti