Aereo fuori pista a Fiumicino

16 feriti tra i passeggeri, nessuno in pericolo di vita. Procura apre inchiesta
Enzo Luciani - 4 Febbraio 2013

Sabato sera un ATR 72 della compagnia romena Carpatair, che lavora per Alitalia, proveniente da Pisa in direzione Fiumicino, è finito fuori pista. Durante l’atterraggio l’aereo ha toccato due volte bruscamente a terra seminando il panico a bordo. Dei 50 passeggeri a bordo sedici sono rimasti feriti e trasportati nei vicini ospedali. Solo due sono in condizioni più serie ma non in pericolo di vita.

L’Atr 72 è rimasto adagiato dalla parte dell’ala destra con il muso e la pancia del velivolo sull’erba per alcuni giorni. A causare l’incidente si ipotizza possa essere stato il forte vento. Non è, tuttavia, il primo incidente che interessa la stessa tratta. A dicembre scorso un aereo della Carpatair, diretto a Roma, fu fermato in tempo sulla pista dell’aeroporto di Pisa a causa di una perdita di carburante mentre era in fase di decollo.

La Procura di Civitavecchia ha aperto un’inchiesta sulle cause che hanno portato all’uscita fuori pista di sabato. Per i sindacati "l’incidente Carpatair non fa che evidenziare la continua sequela di errori del management Alitalia che ha sempre perseguito solo la logica dei tagli e non ha mai iniziato quella degli investimenti. Non si può pensare di fare risparmio appaltando le linee e scaricando i lavoratori in mobilità". 

Anche per il Codacons "la responsabilità non è della sola Carpatair ma del vettore contrattuale, ossia Alitalia – spiega l’associazione in un comunicato -. E’ Alitalia che ha l’obbligo di verificare la qualità del velivolo, l’idoneità del pilota, la manutenzione sull’aereo, e in generale garantire la sicurezza dei voli che appalta ad altre compagnie”. ”Emergerebbe inoltre che problemi tecnici sui voli della compagnia romena fossero già cosa nota ad Alitalia, che tuttavia non ha né ritirato l’appalto, né sospeso i voli effettuati tramite Carpatair – prosegue la nota -.   Il Codacons ha messo uno staff di legali a disposizione dei passeggeri e lavoratori Alitalia per valutare una azione risarcitoria, e ha impugnato al Tar l’autorizzazione concessa da Enac all’appalto Alitalia-Carpatair chiedendo alla Procura di Civitavecchia di citare per responsabilità penale ex legge 231 del 2001 alla luce dell’ipotesi di disastro aereo. Il Codacons, infine, si costituirà parte civile nel procedimento.    Dall’areo, intanto, è stato rimosso, su richiesta di Alitalia, il logo della compagnia.  Contribuirà ciò a far dimenticare presto questo spiacevole episodio, in una fase già delicatissima per la compagnia di bandiera?

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti