‘Afghanistan Camera Oscura’ Sequestro su strada. Il viaggio, il rapimento e le indagini di Kash Gabriele Torsello

Lunedì 26 novembre alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma la presentazione del libro
Enzo Luciani - 23 Novembre 2012

Lunedì 26 novembre – ore 17.00 alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma  presentazione di Afghanistan Camera Oscura. Sequestro su strada’. Il viaggio, il rapimento e le indagini di Kash Gabriele Torsello che è la prima volta nella Capitale ed intende "fare chiarezza una volta per tutte sul mio rapimento in Afghanistan”

"La Vera Libertà di Stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire". Le parole di George Orwell risuonano come un mantra per Kash Gabriele Torsello, fotoreporter e documentarista salentino alla costante ricerca della verità dei fatti, autore nel 2011 di Afghanistan Camera Oscura – Sequestro su strada, foto-racconto con cui, dopo aver percorso attraverso volti, paesaggi urbani e scene di vita vera la lacerata diversità culturale del paese dei Talebani, intende fare chiarezza sui drammatici giorni del suo rapimento e sulla sua contestata ricostruzione.

Afghanistan Camera Oscura, che dopo le partecipazioni all’ultimo Salone Internazionale del Libro di Torino, al Festival del Cinema di Locarno e al recente Turin Photo Festival, approda per la prima volta nella Capitale alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (Lunedì 26 novembre ore 17.00), si snoda in 320 pagine tra fotografie, interviste e testimonianze inedite che ripercorrono l’Afghanistan dal Kyber Pass a Kabul, da Khost, Badakshan e Kandahar a Lashkar-Gah e Musa Qala. Il racconto inizia nel 2001, ai tempi in cu il giovane giornalista frequenta per circa un mese l’Ambasciata dei Taliban a Kabul, e prosegue sino al 2006, quando l’autore viene sequestrato e infine trasportato per otto ore, incappucciato e incatenato, nel portabagagli di un’autovettura, per poi essere consegnato a un uomo di Emergency.

Gli obiettivi del volume – sostenuto dalla prestigiosa Reporters Without Borders ma curato e distribuito in forma indipendente dallo stesso Torsello “per poter pubblicare il libro nella sua completa integrità, priva di censure di qualsiasi genere” – sono “far conoscere l’Afghanistan attraverso gli occhi di un italiano vestito, ma non travestito da afghano; approfondire varie tematiche, dalla commercializzazione dell’oppio alla Libertà di Stampa; smontare alcune dichiarazioni rilasciate ai Media italiani riguardo Lashkar-Gah e il sequestro Torsello; fornire documenti e dettagli in esclusiva utili a identificare le menti che hanno partecipato al sequestro”.

Ne discutono con l’autore, in un dibattito che si arricchisce di una significativa selezione delle fotografie di Torsello, lo storico inviato del Tg1 in Afghanistan Pino Scaccia, appena rientrato in Italia, il Presidente dell’Associazione Afghani in Italia Qorbanali Esmaeli e la giornalista free lance Daniela Binello, autrice di diversi reportages sull’Afghanistan.

Sito Internet: www.kashgt.co.uk/Afghanistan/Afghanistan_CameraOscura.html
Pagina Facebook: www.facebook.com/KashAfghanistan

Ingresso libero e parcheggio interno gratuito 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti