Agguato a Tor bella Monaca

Ferita una bambina. Sgrulletti: “Faremo una manifestazione, perché Tor Bella Monaca vuole vivere in pace!”
Enzo Luciani - 19 Settembre 2011

Una sparatoria, in pieno stile malavitoso, si è svolta venerdì scorso a Tor Bella monaca. Alcune persono hanno sparato alcuni colpi di pistola ad un pregiudicato di 46 anni che stava parcheggiando la sua auto in largo Ferruccio Mengaroni. Nella sparatoria l’uomo è rimasto illeso mentre è stata ferita, lievemente, la figlia che gli sedeva accanto.

“Purtroppo un nuovo agguato turba le notti di Tor Bella Monaca, un quartiere abbandonato dalle istituzioni statali e dalle autorità locali, con forze di polizia sempre meno numerose e più scarsamente equipaggiate e con realtà sociali ed assistenziali vessate dai tagli, lasciate entrambe nella trincea di un contesto sempre più a rischio”. Lo ha dichiarato il segretario Pd del Municipio VIII, Andrea Sgrulletti.  "Il Partito democratico si farà ancora carico, come accaduto in passato, di dare l’occasione alle tante voci della società civile attive nel quartiere di manifestare la propria presenza e il bisogno di politiche pubbliche di tutt’altro segno, perché Tor Bella Monaca vuole vivere in pace!”

Da sabato i Carabinieri stanno monitorando il quartiere. «La grossa operazione che i Carabinieri stanno effettuando a Tor Bella Monaca – dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno – è un segnale molto importante per una strategia di contrasto alle bande territoriali. Nei giorni scorsi avevo rivolto un appello ad accelerare le azioni riguardanti il progetto sicurezza, secondo le linee definite con il ministro degli Interni, Roberto Maroni, soprattutto in quelle zone, come Tor Bella Monaca, dove si annidano in modo particolare pericolose bande territoriali. E questa operazione dei Carabinieri è la dimostrazione che si sta andando nella direzione giusta. Importante ora è non abbassare la guardia, continuare a monitorare il territorio e mettere a punto una strategia che consenta agli inquirenti e alle forze dell’ordine di essere messi in condizione di lavorare al meglio. Intanto voglio rivolgere i complimenti e i ringraziamenti all’Arma per l’ottimo lavoro svolto».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti