Al via i lavori per l’impianto semaforico del Pertini

La sistemazione dell’incrocio porrà finalmente fine ai continui e gravi incidenti su quell’intersezione
di Giovanni Verardi - 10 Febbraio 2011

Finalmente uno degli incroci più pericolosi di Roma avrà una regolamentazione idonea e verrà forse definitivamente interrotta la scia dei gravissimi incidenti che vi si verificano. L’intersezione stradale tra via Sequenza, via Monti Tiburtini e l’ingresso dell’ospedale Sandro Pertini, infatti, sarà modificata, così come da anni richiesto a gran voce dai cittadini della zona e dal Comitato di quartiere “Artini-D’Achiardi, promotore della battaglia per l’adeguamento dell’impianto semaforico.
Le richieste del Comitato, in particolare, si sono sempre incentrate sulla possibilità di svolta da via Seguenza su via Monti Tiburtini non solo in direzione Tangenziale est, ma anche verso sinistra in direzione delle autostrade; tale istanza è legata alla necessità di garantire il deflusso in tutte le direzioni e di arrestare i frequenti incidenti, anche molto gravi, che hanno avuto negli anni come teatro questo crocevia e che rischiano addirittura di intensificarsi da quando il traffico è divenuto più intenso a causa della costruzione del Polo natatorio di Pietralata.

L’adeguamento dell’impianto semaforico è stato uno dei “cavalli di battaglia” del Comitato “Artini-D’Achiardi”. Fu chiesto per la prima volta dall’associazione nel settembre 2006, nell’ambito delle proposte contributive al Print di Pietralata e sulla scorta dei numerosi e gravi incidenti che si erano succeduti negli anni precedenti. La richiesta, nel marzo del 2009, venne indirizzata anche al Commissario straordinario per i Mondiali di Nuoto, il quale interessò della questione l’Atac e l’Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Roma, Fabrizio Ghera, che si è occupato personalmente di dare un’accelerazione alle procedure di progettazione, finanziamento e avvio dei lavori. In effetti, nel giro di un anno sono stati avviati i lavori preparatori e, stando alle parole del Presidente del V Municipio, l’adeguamento dell’incrocio sembra che sia imminente.

Proprio Ivano Caradonna, infatti, nel commentare la notizia dell’avvio dei lavori, il 3 febbraio ha dichiarato attraverso un comunicato stampa di accogliere con favore la notizia, definendo l’adeguamento “che presto si realizzerà” come “un’opera importante per il territorio”. “Si tratta di un intervento necessario – ha proseguito il Presidente del V Municipio – soprattutto per la messa in sicurezza dell’attraversamento stradale, un’opera che regolamenterà un incrocio importante, vista la vicinanza dell’istituto Meucci, della piscina olimpionica e del palazzetto dello sport, di prossima costruzione”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti