Ama: 2000 operatori e 480 interventi straordinari per l’emergenza maltempo

Per l'azienda nessun intasamento di caditoie stradali dovuto alla presenza di foglie
Enzo Luciani - 21 Ottobre 2011

2000 operatori Ama, con l’ausilio di circa 200 mezzi (150 veicoli a vasca, 40 spazzatrici, 4 idrovore) sono stati impegnati tutta la giornata, a partire dall’alba di questa mattina, per fronteggiare l’emergenza maltempo, dovuta alla straordinarietà delle precipitazioni che hanno colpito la Capitale.

Oltre 1000 operatori sono stati destinati nell’arco della giornata ad effettuare interventi straordinari per disostruire le caditoie rimaste allagate in 480 fra vie e piazze cittadine a causa delle precipitazioni eccezionali che si sono abbattute su Roma. Nello specifico, 430 interventi sono stati pianificati e coordinati dalla Sala Operativa Ama, 40 richiesti dai gruppi di Polizia di Roma Capitale e 10, infine, dalla Centrale Operativa Comunale. Grazie al lavoro di mappatura e monitoraggio tramite GPS, terminato lo scorso anno, Ama dispone dell’elenco completo di tutti i 400mila tombini e caditoie presenti in città e, soprattutto, di quelli che in caso di pioggia presentano problemi di allagamento e su cui, quindi, vengono effettuati regolarmente interventi straordinari di pulizia.

Gli altri 1000 operatori sono stati invece impegnati in specifici interventi di rimozione dei detriti in tutta la città. Si segnalano, in particolare, le operazioni svolte dalle squadra Decoro Urbano di Ama nelle aree di San Giovanni (via Labicana, via San Giovanni in Laterano, ecc.), e del Colosseo, compreso il sito archeologico (con il coordinamento della Sovrintendenza Comunale ai Beni Culturali e il supporto della Protezione Civile).

I 12 Centri di raccolta Ama sono stati regolarmente aperti e utilizzati da molti romani. In particolare, numerosi cittadini si sono recati presso il Centro di raccolta di Acilia per conferire materiali deteriorati dall’allagamento di cantine o abitazioni. Per soddisfare le particolari esigenze del momento, Ama ha incrementato le postazioni di conferimento nell’area. In aggiunta, l’Azienda fornirà la certificazione necessaria per espletare le eventuali procedure di rimborso per l’evento calamitoso a tutti quei cittadini che ne facciano richiesta.

“Desidero esprimere un profondo e sentito ringraziamento – sottolinea il Presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti che ha seguito l’evolversi della situazione dalla Sala operativa di Tor Pagnotta – a tutti gli operatori che grazie al loro lavoro stanno permettendo di ripristinare condizioni di decoro in tutta la città. Ricordo ai cittadini – conclude Benvenuti – che Ama è al servizio della città 24 ore su 24 e che per segnalazioni o interventi di emergenza è sempre attiva la sala operativa ai numeri 0651693339-3340-3341”.

Ama: nessun intasamento di caditoie stradali dovuto alla presenza di foglie

In riferimento ad alcune dichiarazioni a mezzo stampa, Ama smentisce che l’intasamento delle caditoie sia dovuto alla presenza di foglie sul manto stradale (per il quale l’Azienda ha predisposto un piano straordinario come ogni anno), fenomeno, peraltro, limitatissimo in questo periodo per il clima ancora pre-autunnale e per la costante opera di spazzamento che ogni giorno viene effettuata dagli operatori dell’Ama.

E’ del tutto evidente, in ogni caso, che i disagi sono dipesi esclusivamente dalla straordinaria intensità delle precipitazioni. 

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti