Ama, Figliomeni (FDI): “Caos bilancio, la municipalizzata in crisi”

Redazione - 14 Settembre 2019

“Ama, la municipalizzata del Campidoglio, è sempre più in crisi per non dire allo sbando. Molteplici le sue problematiche che sembrano irrisolvibili, da quelle relative al pozzo senza fondo dei soldi, vedi i 170 milioni di euro di debiti da pagare alle banche, la svalutazione aziendale dal valore di 100 milioni di euro, i 136 milioni di euro di buco dichiarati dal bilancio 2017 approvato lo scorso agosto, per arrivare a quelle che investono l’ordinario cittadino come la mancanza di un numero congruo di impianti di smaltimento e trattamento rifiuti, la differenziata che non è mai partita in maniera adeguata,

il vasto numero di rifiuti che sommergono le strade cittadine in quanto non rimossi, che dimostrano la manifesta incapacità dell’Amministrazione grillina a trovare una soluzione definitiva. Non possiamo inoltre tacere sui 18 milioni di servizi cimiteriali che Ama inserisce nei crediti a rischio prevedendone quindi il mancato incasso o anche  i 104 milioni di euro riferiti ad una vecchia parte della Tari che il Comune di Roma dice di avere versato  all’azienda ma che Ama sottolinea di non aver ricevuto. La questione Ama si trascina da anni, ma in questa ultima gestione del M5s è decisamente peggiorata. Come stiamo denunciando da tempo il rischio di una nuova emergenza rifiuti è dietro l’angolo e tra lo scaricabarile portato avanti da Zingaretti e dal Pd e dalla Raggi, a pagarne le spesse sono i cittadini privati e i commercianti, costretti a convivere in una discarica a cielo aperto a fronte di una salata Tari”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti