Ama, Figliomeni (FdI): “Concussione in Comune, la Giunta trema”

Redazione - 20 Febbraio 2019

“Su Ama siamo arrivati al giro di vite finale ed ora non ci sono più scusanti o mezze parole balbettate dal Sindaco Raggi, che prima sceglie i suoi amministratori e collaboratori e poi li sconfessa, come se le investiture di certi personaggi non dipendessero da lei, perché dal suo punto di vista è sempre colpa degli altri e mai della sua gestione ed incapacità.

“L’ultimo tassello è l’ennesima inchiesta che investe il direttore generale Giampaoletti, il suo vice nonché direttore ad interim delle partecipate Labarile e l’ex ragioniere generale capitolino Botteghi. Il reato ipotizzato dalla Procura è la tentata concussione, ovvero abusare del proprio ruolo per convincere i vertici della municipalizzata a non conteggiare nel bilancio 2017 un credito di 18 milioni di euro vantato da Ama nei confronti di Roma Capitale per i servizi cimiteriali, portando in questo modo la municipalizzata in perdita.

“Una memoria della Giunta Raggi di agosto 2017 in merito agli indirizzi strategici-operativi per la manutenzione e implementazione dei cimiteri capitolini 2017-2021, approvava la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e monumentale con conseguente manutenzione all’interno del Cimitero del Verano e degli altri cimiteri, oltre a diversi interventi quali la realizzazione dei cimiteri Collatino e del Litorale oltre l’ampliamento del Cimitero Laurentino e l’implementazione degli impianti crematori, ma nella memoria non si parla mai di soldi, quindi ci chiediamo come sia possibile fare lavori migliorativi senza fondi.

“Questa mattina 20 febbraio 2019 in Commissione Trasparenza, nonostante la carenza di documentazione che non è stata fornita dagli uffici, abbiamo tentato di affrontare le tante criticità relative anche al servizio di revisione legale dei conti Ama e del bilancio di consolidamento di Ama (esercizi 2016-2017-2018), per cercare di far luce su altri aspetti ancora da scandagliare. Il dubbio che ci viene è che ci sia una volontà neanche tanto celata a far fallire Ama, a mettere in difficoltà i suoi dipendenti, a lasciare la città sporca e degradata, per questo motivo chiediamo al Sindaco Raggi di prendersi le sue responsabilità rimettendo in carreggiata Ama, in modo che anche la Capitale potrà scrollarsi di dosso il degrado ambientale in cui versa ormai da troppo tempo”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti