Ama, l’intervento rimozione rifiuti via Collatina era previsto ai primi giorni di maggio

Redazione - 27 Aprile 2019
Abitare A Settembre 2019

Pubblichiamo, senza commentare, questo intempestivo comunicato stampa dell’Ama “in riferimento a quanto riportato oggi da alcuni organi di stampa sull’incendio di una discarica abusiva al Collatino”.

“L’intervento di rimozione rifiuti presso via Collatina Vecchia – altezza stazione di viale Palmiro Togliatti era già stato calendarizzato per i primi giorni di maggio. L’area in questione, infatti, era stata posta sotto sequestro a seguito di uno sgombero effettuato lo scorso febbraio. Per quanto riguarda poi la Determina Dirigenziale del Dipartimento Ambiente di Roma Capitale pervenuta ad Ama lo scorso 5 marzo, l’azienda ha già completato, in anticipo rispetto ai tempi stabiliti, 12 dei 13 interventi di rimozione, raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani depositati abusivamente su aree comunali. Il tredicesimo era appunto quello su via Collatina Vecchia.

“Queste, nello specifico, le aree su cui si sono concentrate, spesso anche per più giorni, le operazioni di rimozione rifiuti: via Sansoni e via Salviati (V municipio – dall’11 marzo), via dell’Arcadia – ex Fiera di Roma (VIII municipio – marzo), via Alessandro Marchetti (XI municipio – dal 18 marzo), via Montecatini (I municipio – dal 20 marzo), via Bonaventura Cerreti (XIII municipio – dal 21 marzo), villa Pamphili (XII municipio – dal 26 marzo), viale Marconi – altezza via Caduti senza Croce (VIII municipio – dal 28 marzo), viale Anderloni – altezza viale Tor Bella Monaca (VI municipio – dal 29 marzo), via Isacco Newton – altezza Cimitero Parrocchietta (XII municipio – dall’1 aprile), via Mazzacurati (XI municipio – dal 3 aprile), via Tiburtina – altezza Cimitero Verano (II municipio – dal 4 aprile), via Idrovore della Magliana (XI municipio – dall’8 aprile).

Per l’Amministratore Unico di Ama, Massimo Bagatti “Purtroppo l’escalation degli abbandoni abusivi dei rifiuti sul territorio di Roma è evidente. Ama, in stretta sinergia con la Polizia locale di Roma Capitale, sta intervenendo per contenerne la portata. È necessario tenere alta la guardia, attenzionare i luoghi sensibili, denunciare gli abbandoni abusivi dei rifiuti e non dare tregua a chi alimenta il sistema di crimini ambientali con diffusa attività di prevenzione e sensibilizzazione”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti