Anagnina: vigile urbano arrestato per concussione

Buttarelli: "ringrazio commercianti per fiducia in operato Corpo"
Enzo Luciani - 26 Novembre 2012

 

Le indagini sono partite ad agosto a seguito di voci che avevano messo in allarme la Polizia Roma Capitale del X Gruppo. Ambulanti in zona Tuscolano e terminal Anagnina lamentavano vessazioni da parte di un agente addetto al controllo delle loro attività. Tuttavia nessuno dei commercianti voleva sporgere una denuncia diretta nei confronti di chi si presentava ripetutamente presso i loro banchi esigendo merci su minaccia di possibili ritorsioni a colpi  di verbali e sequestri.   I vigili di Cinecittà, diretti dal comandante Cesarino Caioni, hanno perciò avviato una delicata e attenta attività di investigazione su un funzionario preposto ai controlli del commercio su area pubblica. Determinante è stata la fiducia nella Polizia Roma Capitale da parte di alcuni ambulanti che si sono convinti a denunciare la serie di soprusi di cui erano vittime.  L’Autorità Giudiziaria, immediatamente informata dello stato delle indagini, ha delegato degli accertamenti lo stesso X Gruppo. Dopo diversi appostamenti presso il banco di uno denuncianti, al terminal della Metro Anagnina, il funzionario infedele è stato colto in flagranza di reato e arrestato dai suoi stessi colleghi. Con sé aveva la merce appena estorta all’ambulante.   La Procura della Repubblica ha confermato l’arresto per concussione disponendo l’immediata traduzione al carcere di Regina Coeli dell’agente. Le indagini proseguono per accertare se ci siano altri fatti delittuosi correlati alle attività istituzionali svolte dal dipendente.   Il Comandante Generale del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, Carlo Buttarelli, nell’esprimere vivido apprezzamento per l’attività  svolta dal personale del X Gruppo, sottolinea che “il Corpo, con questa operazione, svolta sotto l’egida della Procura della Repubblica di Roma, ha fatto autonomamente pulizia al proprio interno. Inoltre, occorre doverosamente ringraziare i commercianti taglieggiati i quali, avendo avuto piena fiducia nell’operato del Corpo, hanno fattivamente collaborato con i Vigili Urbani del X Gruppo per stanare e colpire il collaboratore disonesto”.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti