Animali, Figliomeni (FDI): “Tuteliamo i nostri amici dai maltrattamenti”

Redazione - 6 Giugno 2019

“La legge punisce chi per crudeltà e senza necessità, cagioni lesioni o la morte di animali, ma è ancora troppo poco in quanto le pene andrebbero inasprite perché non è ammissibile far soffrire degli esseri viventi e senzienti in grado di percepire dolore. Quanto accaduto alcuni giorni fa in Sicilia a Canicattì lascia sgomenti. Un rumeno senza fissa dimora all’interno del parcheggio di un supermercato, sotto gli occhi dei passanti ha afferrato un gattino, sviscerandolo con un coltello e gettando le interiora sotto le macchine per mangiarlo. L’unica punizione è stata quella di affidarlo ai servizi sociali, una soluzione troppo comoda che non tiene conto della barbarie perpetrata su un povero randagio. L’ennesimo episodio di maltrattamento con conseguente morte dopo quello dell’altro gattino ucciso a bastonate dal bidello di una scuola davanti un gruppo di alunni.

Da sempre in prima linea per la difesa dei diritti degli animali, come Fratelli d’Italia abbiamo presentato tantissimi atti incentrati sulla loro salvaguardia, in tutte le sue forme, perché crediamo che sia nostro dovere morale come politici, mettere in campo tutte le azioni necessarie per la tutela dei nostri amici a quattro zampe, e continueremo a farci promotori all’interno di Roma Capitale e anche a livello nazionale attraverso i nostri parlamentari, di iniziative volte a tutelare e dare voce ai nostri amici animali con sensibile inasprimento delle pene per casi di tale gravità”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti