Animali in spiaggia sotto esame alla Regione

Due proposte di legge per la regolamentazione dell’accesso alle spiagge degli animali domestici
Enzo Luciani - 4 Settembre 2012

Sono state presentate oggi in commissione Sviluppo economico, ricerca, innovazione e turismo, presieduta da Giancarlo Miele (Pdl), due proposte di legge per la regolamentazione dell’accesso alle spiagge degli animali domestici di iniziativa dei consiglieri Francesco Pasquali (Fli) l’una e Isabella Rauti (Pdl) l’altra.

“Difficilmente nei 300 chilometri di costa laziale ci sono realtà che ospitano animali. La pl si ispira a buone pratiche già diffuse in altre regioni come Toscana e Emilia-Romagna”, ha spiegato Pasquali che ha chiesto di sentire le associazioni animaliste per tener conto delle difficoltà per chi detiene animali di portarli con sé in vacanza.

“Risolvere il problema del libero accesso degli animali di affezione di piccola e media taglia – cani, ma non solo – e contrastare il fenomeno dell’abbandono”, gli obiettivi anche della proposta Rauti che ha sollecitato un tavolo tecnico con i balneari. “Nel merito e nello spirito di queste proposte – ha detto – c’è una sensibilità rispetto ai diritti degli animali e della vita dei proprietari”.

Decathlon Prenestina saluta

Con decisione unanime, le due pl verranno unificate in un solo testo, ad opera di una sottocommissione, sentendo il parere degli operatori turistici e delle associazioni animaliste.

“Queste proposte potranno risolvere un problema di incertezza totale che c’è sulle nostre coste – ha affermato Miele – Purtroppo in decine di chilometri fruibili c’è la totale anarchia. Con una regolamentazione riusciremo a fare un salto di qualità e dare agli operatori del turismo una marcia in più rispetto ad altre regioni”.

“Un segnale di civiltà – per il vice presidente Mario Mei (Api) – che darà certezze e eliminerà problemi”.

Erano inoltre presenti Bruno Astorre (Pd), Giuseppe Palmieri (Lista Polverini), Pietro Sbardella (Udc).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti