Aperto a Spinaceto il Banco Alimentare, un progetto in collaborazione con il Municipio XII e Camelot Onlus

Distribuzione gratuita delle eccedenze alimentari per le persone con difficoltà economica
di V. T. - 23 Novembre 2011

Offrire un sostegno alle persone in condizione di disagio sociale, mediante il recupero e la distribuzione delle eccedenze alimentari della grande produzione: è questo lo scopo del Banco Alimentare – Rete Siticibo aperto oggi (23 novembre 2011 n.d.r.)  a Spinaceto, in collaborazione con il Municipio XII e Camelot Onlus.
Presso i locali Urban Center a Largo Cannella, gli alimenti raccolti vengono consegnati gratuitamente ogni settimana ai nuclei familiari del Municipio in difficoltà economica, identificati attraverso una mappatura del territorio.

Operatori qualificati garantiscono il rispetto di tutte le norme vigenti in materia di conservazione degli alimenti.

“In questo modo molti prodotti alimentari che altrimenti andrebbero sprecati, diventano una risorsa per chi ha più bisogno”, dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali del Municipio XII, Gemma Gesualdi.

“Un progetto attraverso il quale si propone un modello virtuoso di solidarietà sociale”, aggiunge Nicola Pezone, Presidente Commissione Politiche Sociali del Municipio XII.

Sulla base dei dati raccolti dai Servizi Sociali del Municipio, sono stati individuati i soggetti più fragili che, con una Special Card che attesta il possesso dei requisiti, possono accedere al servizio in forma anonima.

“Attraverso questa iniziativa si può combattere lo spreco alimentare, recuperando grandi quantitativi di cibo, e offrire un supporto concreto in caso di disagio,” sottolinea Pasquale  Calzetta, Presidente del Municipio XII.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti