Arresto per cassonetti incendiati

L’uomo ne ha dato alle fiamme 7 tra viale Somalia, viale Etiopia e via Piccinni. Zaghis: “Grazie ai carabinieri”
Comunicato stampa - 13 Giugno 2020

Rivolgo un sentito plauso ai Carabinieri della Stazione di Roma viale Libia che hanno arrestato l’uomo che ha dato alle fiamme 7 cassonetti tra viale Somalia, viale Etiopia e via Piccinni. Colgo l’occasione per estendere il mio ringraziamento anche a tutte le donne e gli uomini delle Forze di pubblica sicurezza che presiedono e sorvegliano il territorio. Il controllo degli spazi pubblici, infatti, può essere un grande deterrente per comportamenti criminosi, come quello degli incendi appiccati a contenitori e ad attrezzature per il conferimento dei rifiuti, che provocano danni a tutta la collettività”.

Lo dichiara Stefano Zaghis, Amministratore Unico Ama SpA.

“Purtroppo quello dei contenitori stradali dati alle fiamme dai vandali – continua Zaghis – è un fenomeno che troppo spesso colpisce la Capitale. Lo scorso anno sono stati 460 i cassonetti stradali Ama bruciati e resi non fruibili, mentre nel 2018 erano stati 500 i contenitori dati alle fiamme.”

Dar Ciriola asporto

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti