Arriva la carta dell’inquilino

Cacciotti (Ater): "massima tempestività dell’intervento, assoluta efficienza del servizio ed un contatto diretto Azienda - inquilino"
A.M. - 25 Gennaio 2013

Arriva la carta dell’inquilino. E’ questa la novità che sarà introdotta, dal prossimo 4 febbraio, per gli inquilini della Provincia di Roma che vivono nelle case di proprietà Ater. A darne l’annuncio è il Presidente della Provincia di Roma dell’Ater Massimo Cacciotti.

La smart card consiste in un sistema informatizzato che permette all’inquilino di poter comunicare in tempo reale con l’Azienda manifestando eventuali problematiche che interessano quel determinato stabile. Questo ritengo sia un progetto fondamentale- afferma Cacciotti- che abbiamo concepito già da qualche mese e che grazie ad uno studio particolareggiato siamo riusciti a mettere in campo a già dal prossimo mese di Febbraio. Partirà in fase sperimentale la carta dell’inquilino, attraverso la quale e grazie ad un collegamento elettronico ad un microchip, l’utente nel nostro caso l’inquilino,potrà comunicare facilmente e rapidamente con l’azienda.

Con la smart card l’inquilino avrà la possibilità di comunicare on – line con l’azienda, informandola di eventuali problematiche  emerse, e al contempo conoscere,in ogni momento,  lo stato di lavorazione della sua richiesta sino alla completa evasione della stessa. In questa prima fase, – ha proseguito Cacciotti- la sperimentazione del sistema, interesserà limitati Comuni e stabili, per essere poi, progressivamente esteso ed applicato a tutto il territorio della Provincia di Roma. Vorrei infine sottolineare – conclude Cacciotti – come, tale procedura abbia significato per l’Azienda un notevole investimento in termini di impegno e risorse, al fine di garantire agli inquilini degli stabili, la massima tempestività dell’intervento e l’assoluta efficienza del servizio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti