Atac, ai sensi del Regio decreto – La “velina” di Matteo – Pericolo cannabis – Quel movimento di Emilio

Fatti e misfatti di agosto 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 30 Agosto 2012

Atac, ai sensi del Regio decreto

"Sorpreso a fotografare scale mobili ed ascensori nella stazione di Casal Bernocchi – ha spiegato l’Azienda dei trasporti pubblici di Roma – un avvocato è stato denunciato per avere così violato un preciso articolo del Regio decreto 11617/41 che vieta, appunto, riprese del genere".

Ma quel Regio decreto 1161/41 non si è ancora accorto che la guerra è finita da quasi settant’anni, che non c’è più un nemico all’ascolto e che le foto di "obiettivi sensibili" non vengono più pagate a peso d’oro dai servizi di spionaggio? E con quale faccia tosta l’Azienda dei trasporti pubblici di Roma è andata a ripescare quel ridicolo residuo bellico quando l’avvocato-fotografo stava eseguendo quegli "scatti" per provare gravi inadempienze nei confronti degli utenti diversamente abili e, in particolare, di un suo cliente rimasto bloccato, con grave disagio e gravi conseguenze, nella stazione di Casal Bernocchi? Robe da non credere. Robe, ancora una volta, con il caratteristico indelebile marchio "made in Italy".

La “velina” di Matteo

"Nel suo "giro antibersani" provincia per provincia che inizierà in "camper" il 13 settembre prossimo – si è scoperto – il sindaco pd di Firenze, Matteo Renzi, sarà accompagnato da una "fan" del tutto particolare di nome Monica e di cognome Castro".

Perché – si chiederà qualcuno – una "fan" del tutto particolare? Beh, non tanto perché Monica di nome e Castro di cognome è il capogruppo del Pdl al Comune di Calenzano. Quanto perché lei, nel bel mezzo di una seduta del Consiglio comunale della sua città, in segno di protesta contro la manovra "Salva Italia" del Governo Monti, si è resa protagonista di uno strepitoso "streaptease" rimanendo in "slip" e reggiseno. Allora cosa? Matteo Renzi, allora, se la porterà dietro come la sua "velina" personale? Sarebbe davvero da non credere: neppure Silvio Berlusconi è mai arrivato, pubblicamente, a tanto.

Pericolo cannabis

"Fumare cannabis troppo a lungo – ha rivelato uno studio portato a termine in Nuova Zelanda – fa diventare meno intelligenti".

Adotta Abitare A

In Italia, dunque, in molti devono avere fumato cannabis troppo a lungo. Soprattutto negli spazi della politica e dell’economia.

Quel movimento di Emilio

"Sto fondando un movimento di opinione – ha fatto sapere l’ex direttore del telegiornale di Canale 1 Mediaset, Emilio Fede – aperto soprattutto alle donne".

Non c’è da stupirsi, figurarsi, conoscendo il suo "lato debole" per il genere femminile. Ma, conoscendo anche l’altro suo "lato debole" per il gioco d’azzardo, perché non aperto anche ai "croupiers"? 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti