Atac assume 200 autisti a tempo determinato

A dare l'annuncio il sindaco Marino. Intanto, l'Usb denuncia le regole del "Manuale dell'operatore d'esercizio"
Redazione - 10 Giugno 2015

Atac è pronta ad assumere duecento nuovi autisti a tempo determinato. A dare la notizia il sindaco Ignazio Marino, durante la trasmissione “DiMartedì” su La7, affermando: “Le assunzioni prenderanno il via da metà giugno sino al 31 dicembre 2015. E’ la risposta semplice e concreta di questa amministrazione che, appena possibile, potenzia i servizi ai cittadini, intervenendo laddove le sue aziende devono essere rafforzate, e migliorando nel contempo anche le condizioni dei lavoratori.

Un’inversione di rotta rispetto al recente passato – continua il primo cittadino lanciando una stoccata al suo precedessore – quando, anziché investire in autisti, macchinisti e controllori, Atac assumeva amministrativi senza neppure le qualifiche necessarie”.

scioperoMa se l’ex chirurgo dem con quest’annuncio intende distaccarsi dal mondo di Mafia Capitale tentando anche di ingraziarsi i cittadini, gli autisti già al volante dei mezzi Atac continuano a stare sul piede di guerra. Oltre agli scioperi divenuti ormai quasi settimanali, arriva anche la denuncia dell’Usb (Unione sindacale di base) sulle regole contenute nel “Manuale dell’operatore di esercizio” distribuito da alcuni giorni fa ai macchinisti.

Nell’esposto presentato dall’Usb si legge «Tra le varie indicazioni contenute nel Manuale si prevede l’obbligo per gli autisti a proseguire il servizio anche nei casi di guasti quali l’avaria delle luci di stop, la rottura del clacson o dello specchietto laterale e persino del blocca porte, il sistema di sicurezza che blocca immediatamente il mezzo in caso di apertura involontaria delle porte.

Queste disposizione aziendali – conclude l’Usb – non solo violano il codice della strada, mettono a grave repentaglio l’incolumità dei passeggeri e più in generale dei cittadini, conducono a pesantissime responsabilità civili e penali in capo agli autisti, ma mettono a repentaglio la salute e sicurezza sul lavoro degli stessi conducenti”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti