L’Atletico Terme Fiuggi e gli obiettivi dell’imprenditore Mario Ciaccia

Enzo Luciani - 30 Aprile 2021

L’imprenditore Mario Ciaccia, ex presidente dell’Atletico Roma che sfiorò più volte la promozione in serie B, non ha abbandonato il suo sogno di partecipare alla serie cadetta e nel 2019 è diventato proprietario dell’Atletico Terme Fiuggi che milita in serie D nel girone F.

Il suo obiettivo è di portare questa piccola realtà fino ai più importanti tornei italiani.

Purtroppo la pandemia ha reso complicato lo svolgimento del campionato e attualmente nel girone F ci sono squadre che hanno disputato 27 partite ed altre addirittura solo 22.
Tra rinvii, recuperi, tamponi Covid, porte chiuse, ecc. ad oggi l’Atletico Terme Fiuggi è quartultimo in piena zona playout (pur non correndo rischi di retrocessione diretta) ha però disputato solo 23 gare e quindi dando una certa regolarità a risultati positivi potrebbe concludere questa tribolata stagione in una zona tranquilla della classifica.

La compagine del patron Mario Ciaccia deve confermare l’ottimo assetto difensivo (quinta miglior difesa) ma aumentare la precisione dell’attacco che è il quarto peggiore di tutto il girone.

Le 11 partite che mancano saranno sicuramente tutte molte combattute. Però sarà importante che la squadra riesca a mettere in campo tutto quello che ha perché gli obiettivi di Mario Ciaccia sono molto ambiziosi, “Fiuggi è una città composta da circa 10.000 abitanti e la possibilità di organizzare delle occasioni di ritrovo, come ad esempio una partita di calcio, potrebbe rafforzare l’idea di comunità, facendo sì che tutti i cittadini possano riunirsi ed avvicinarsi all’Atletico Terme Fiuggi, creando un forte legame con la squadra di calcio” e si sa che nel calcio nulla unisce di più che le vittorie. Con le vittorie si sale di categoria e questo “offrirà alla città di Fiuggi nuove possibilità anche per quanto riguarda la materia sociale ed economica molto povera a causa di periodi di crisi e stasi fiscale”.
“Sono entrato in questa realtà in punta di piedi proprio per non stravolgere tutto ciò che concerne la città di Fiuggi, – ha concluso Mario Ciaccia – e facendo in modo di rispettare le relazioni che sono sorte con il sindaco e gli abitanti della città. Per far sì che tutto possa avvenire nei tempi e modalità che desidero e spero, bisogna far sì che il territorio e la comunità di Fiuggi riescano a garantire a questa squadra l’appoggio ed il supporto necessari a spronare i giocatori, in maniera tale che riescano ad offrire il loro contributo al massimo delle proprie potenzialità”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti