Attese di fronte alla Regione Lazio

Reparto di neuropsichiatria infantile dell’ospedale di Anzio a rischio chiusura
di Eleonora Mosa - 30 Gennaio 2013

Un gruppo di madri attende l’uscita del dott. Raffaele Gualtieri, responsabile del reparto di neuropsichiatria infantile dell’ospedale di Anzio. Dopo 9 anni di servizio il medico vede sollevarsi dal ruolo a causa dei tagli e sei famiglie rischiano di vedersi abbandonate a loro stesse.

“un cavillo burocratico”, spiega Gualtieri, “rischia di far chiudere il reparto di neuropsichiatria infantile di Anzio”, da anni polo di riferimento regionale per situazioni neurologiche difficili. Il reparto è dedicato ai bambini e ragazzi dai 0 ai 18 anni e tratta casi eterogenei: epilessia, casi di tentato suicidio, paraplegici.

Il medico chiede un contratto a tempo indeterminato, le madri “protezione per i loro bambini”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti