Auguri di franchezza per il 2022

GiProietti - 28 Dicembre 2021

Stiamo arrivando a Capodanno 2022, senza feste affollate, senza esagerazioni (spero) e quindi con una evidente occasione, speriamo irripetibile, di fare un po’ di chiarezza dentro di noi, seria, precisa, determinata!

Allora:

1.Vacciniamoci responsabilmente, verso di noi e verso chi ci sta vicino.

Ricordiamoci che il tampone, anche molecolare, è una fotografia del momento in cui si fa e niente più.

2. Finiamola coi giochetti eterni di chi va a occupare la poltrona più alta e poi smettiamola col ridicolo struggente incartapecorito solito impresentabile.

Il nostro problema è la serietà delle Istituzioni e di chi è chiamato legittimamente a farne parte, per rendere servizio al Paese e non a se stessi e ai loro sodali. Dobbiamo fare molto per risalire la china, che il covid sta peggiorando.

3. Non va bene discutere una legge di bilancio 48 h prima dell’inizio dell’anno di esercizio.

Non è serio: il mercato delle vacche condiziona sempre di più un processo decisionale marcio e inaccettabile!

Adotta Abitare A

4. Finiamola di confondere i valori profondi con i mercati e la spettacolarizzazione. la Chiesa lasciamola gestire ad un Papa stimato serio e apprezzato anche dagli agnostici. I clericali e i loro nemici finiscano di rompere.

La recita dei rosari si fa in silenzio e davanti possibilmente agli altari, a cura dei consacrati: non è occasione per fare comizi e per inculcare nelle vuote menti degli ignoranti altre stupidaggini e sciocchezze. Chi gioca con l’ignoranza offende la dignità di tutti. Molte TV continuano a fare trash e a far crescere la banalità ebete dilagante.

5. Tutto ciò che è pubblico, è sacro e va difeso da tutti come bene comune.

Le tasse vanno pagate, se no si è ladri. La Rai deve fare servizio pubblico e cultura. la pubblica istruzione e l’università devono fare il massimo del loro mestiere, i servizi pubblici sono fondamentali, la corruzione e le associazioni a delinquere sono da estirpare con la massima priorità…E chi più ne ha più ne metta…

6. Per quanto riguarda i nostri rapporti personali, ciascuno dovrebbe fare chiarezza dentro di sé, in termini di lealtà, fedeltà, onestà, coerenza, responsabilità reciproca, rispetto profondo. Chi fa dell’ipocrisia, della ricerca parossistica del proprio tornaconto, chi fa il menefreghista, si metta all’angolo, da parte, senza intralciare il percorso dritto delle persone per bene, che sono le uniche a scrivere la storia di tutti.

 

Scusate. Io probabilmente sono tra quelli che contribuiscono in qualche modo a far pendere la bilancia nel lato sbagliato.

Se i miei amici lo pensano, li prego di trovare il modo per dirmelo e per correggermi.

Se qualcuno pensa che quanto ho qui scritto è “pesante” e insopportabile, rifiuti i miei

Auguri di tanta franchezza e amicizia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti