Belluzzo: “Ecco la verità su quella scala di via Campari-largo Chieregatti”

Una precisazione del Presidente V Commissione del municipio Roma V sulla paternità della riparazione dell'opera
Redazione - 8 Gennaio 2019

“Caro direttore – ci scrive il consigliere Christian Belluzzo, presidente della V Commissione consiliare del V municipio –  smentisco categoricamente le dichiarazioni – da voi pubblicate nel numero di dicembre 2018 di Abitare A – del consigliere Placci che, da brava mosca cocchiera, si è autocelebrato come tutore della riparazione della scala che conduce da via Campari a largo Chieregatti a Tor Tre Teste.

“La scala era in quello stato da molto tempo ed era già tra le cose seguite da assessorato lavori pubblici, commissione lavori pubblici e direzione tecnica del Municipio, ma per problemi economici non poteva essere ancora ripristinata, dati i pochi fondi e le esigenze.

Il percorso è stato totalmente diverso da quello descritto dal Placci, e rimango molto offeso dal leggere la sua autoattribuzione (“Grazie al sottoscritto”), infatti non vi è stato impegno alcuno da parte del consigliere Placci, ma la riparazione è avvenuta su input di un privato e degli uffici, e quindi grazie all’impegno della Commissione di competenza Lavori pubblici di cui sono presidente, e dell’assessorato che da sempre ha seguito la situazione della scala, ed anche in questa occasione, in cui abbiamo avuto un privato che ha garantito il suo impegno economico.

“Seguivo – conclude Belluzzo – da mesi anche personalmente il tutto, e appena saputo del “generoso” privato, abbiamo seguito gli uffici per mesi, silenziosamente, fino alla emissione della determina dirigenziale.

Non mi sarei aspettato che lavorare nel silenzio, ancora una volta, potesse diventare uno svantaggio, sono stato infatti educato a lavorare e testa bassa per raggiungere risultati e non chiacchiere, e tanto meno promesse o bugie”.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Bravi! Bravi tutti! … ma non vi fate un pochino pena? Sono 7 anni che per portare i miei figli alla scuola dell’obbligo, devo fare il giro largo. Sono anni che sollecito e scrivo… ma a nessuno è fregato mai nulla!
    E quando grazie al Vostro disinteresse finalmente vi deve sostituire il cittadino, il privato… che si legge?!?… una *** diatriba tra chi è stato a fare qualcosa!!!

    “educato a lavorare a testa bassa per raggiungere risultati e non chiacchiere, e tanto meno promesse o bugie”.

    Non sento gli applausi! … li faccio io gli applausi! SIETE VERGOGNOSI!

Commenti