Beppe dalle piazze ai cieli – Nemmeno l’Oscar dello ‘Zecchino d’oro’ – Sintomi

Fatti e misfatti di febbraio 2013 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 21 Febbraio 2013

Beppe dalle piazze ai cieli 

"Tre giorni fa – si è saputo oggi – quando un aereo della "Ryanair" partito da Bergamo stava per atterrare a Brindisi, il pilota ha salutato i passeggeri come da tradizione, ma, poi, li ha invitati ad andare a votare per Grillo".

Potenza, dunque, del Beppe. Non contento di riempire gli spazi delle piazze terrene, ora sembrerebbe proteso a riempire anche gli azzurri spazi dei cieli. Lassù, però, attenzione a non scontrarsi con qualche vecchio "Padreterno" scortato dal suo fedelissimo Angelino. Soliti volare in alto, oltretutto, senza perdersi il carburante per strada o farsi surriscaldare la macchina del caffé a cialde. Come avvenuto alla "Ryanair", negli ultimi giorni, "low cost".

Nemmeno l’Oscar dello "Zecchino d’oro"

"Oscar Giannino – ha tenuto a precisare, nella trasmissione ‘La zanzara’ di Radio 24, il ‘Mago Zurlì’ Cino Tortorella – non ha mai cantato, come da lui invece raccontato, allo ‘Zecchino d’oro’".

Ancora. Oscar Giannino, dunque, "master" inventato in una delle più prestigiose università americane, lauree inventate in giurisprudenza e in economia e commercio, passaggio inventato agli scritti e agli orali in un concorso per entrare in Magistratura e, ora, perfino partecipazione inventata – chissà, poi, a che pro – allo "Zecchino d’oro" del Mago Zurlì. Sarà finito qui? Oppure, prima della ormai imminente apertura delle urne elettorali, verrà in qualche modo fuori che Oscar Giannino si è anche inventato "Fare per fermare il declino" che, invece, doveva essere "Lasciare stare il declino là dov’è sempre stato"? A cominciare dal declino di certa società sempre più avviata allo "sbraco" dei valori, di certa politica sempre più becera e arrogante, di certi personaggi sempre più caratterizzati da comportamenti tipici da Pulcinella o da dottor Balanzone o – come lui, Oscar Giannino – da un narcisismo da ragionier Fantozzi. Ma siamo, per fortuna, in democrazia e ogni cittadino ha il diritto di candidarsi a guidare il Paese. Purtroppo, però, anche i ragionier Fantozzi. In arte Oscar Giannino.

Sintomi

"Piazza Affari – alla chiusura di tre giorni prima le elezioni – è calata del 3,13% e lo "spread" è invece risalito ad oltre 290 punti".

Qualcuno ha messo in giro la voce che vincerà sicuramente le elezioni Silvio Berlusconi?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti