Bilancio Partecipato in VI Municipio

Rimandata senza preavviso l’ultima riunione
di Alessia Ciccotti - 1 Febbraio 2010

Rimandata a data ancora da destinarsi l’ultima riunione di verifica del Bilancio Partecipato del VI Municipio, che avrebbe dovuto svolgersi lo scorso 9 gennaio e che invece ha visto associazioni, comitati di quartiere e semplici cittadini rimanere in attesa fuori dall’aula consiliare all’oscuro di tutto. Solo qualche giorno dopo, infatti, sono arrivate le scuse, pubblicate sul sito www.6partecipe.net il 20 gennaio, con la giustificazione per la mancata comunicazione dello spostamento della riunione, provocato dal rinvio a marzo dell’approvazione del Bilancio da parte del Comune di Roma, e di conseguenza anche dell’atto municipale di ratifica delle scelte compiute in tutto il percorso del Bilancio Partecipato.

Dal Municipio assicurano che «non appena il Comune comunicherà la data di approvazione del bilancio provvederemo a fissare la riunione di verifica» e che soprattutto questo slittamento non inciderà assolutamente sulla realizzazione o sulla mancata realizzazione delle proposte; «l’amministrazione municipale – dicono – rispetterà il regolamento della partecipazione e si impegnerà a realizzare almeno quattro proposte entro il 2010».

Dunque una semplice “svista”, se così vogliamo definire quella di un’amministrazione municipale che si dimentica di avvisare i suoi cittadini che è stata rimandata una delle riunioni più importanti e più attese dell’anno, ossia quella che doveva, e deve, sancire il termine di un lungo percorso di partecipazione sociale e di “democrazia diretta, volontaria e universale”, così almeno viene definitivo nel regolamento il Bilancio Partecipato.

Queste intanto, tutte le proposte votate nella riunione tematica finale e inserite nel documento di bilancio inviato al Comune per la richiesta dei fondi per la loro realizzazione:

Ambito Mobilità, ambiente, aree verdi e urbanistica

– Diffusione e pubblicizzazione del biciplan municipale, intensificando la costruzione di nuovi tratti di piste ciclo-pedonali
– Implementazione del bike-sharing sul territorio municipale e posizionamento di rastrelliere per il parcheggio di biciclette
– Manutenzione e riqualificazione del Parco Pasolini attraverso la realizzazione di un idoneo impianto di illuminazione e la sistemazione di panchine e tavoli
– Pianificazione e promozione di linee d’azione volte al coinvolgimento dei cittadini nella gestione e manutenzione delle aree verdi e delle attrezzature comuni
– Commissione di uno studio di fattibilità sull’uso dei pannelli solari e dei led per l’illuminazione pubblica nel Municipi
– Realizzazione di un’area pedonale a Largo Perestrello
– Realizzazione di un’area pedonale a Piazza dei Geografi

Ambito Politiche culturali, sportive e giovanili

– Istituzione di uno spazio di aggregazione sociale e produzione culturale gestito da realtà associative giovanili
– Istituzione di un ufficio permanente che si occupi della Partecipazione e che promuova il confronto e l’incontro tra i cittadini e il Municipio, incentivando e valorizzando i processi di democrazia diretta
– Riqualificazione o riconversione d’uso di aree dismesse, spazi e strutture sottoutilizzate da destinare alle politiche giovanili e culturali, previa mappatura
– Attuazione di politiche volte all’integrazione degli immigrati attraverso incontri e iniziative pubbliche, coinvolgendo le associazioni e le comunità straniere
– Realizzazione di un luogo di democrazia partecipata dove possano trovare sede le realtà associative del Municipio, con funzione di raccordo tra i cittadini e le istituzioni, di implementazione del processo di Bilancio Partecipato e di tutte le altre iniziative di programmazione partecipata
– Intensificazione e programmazione coordinata di iniziative culturali su tutto il territorio
– Realizzazione di una biblioteca-mediateca di quartiere (o riqualificazione delle strutture già esistenti)
– Realizzazione di una struttura sportiva popolare (con attività a prezzi accessibili, dove poter praticare anche sport minori)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti