Bilancio Roma, figuraccia del Campidoglio

Catarci: "bilancio tra farsa e tragedia". Santori: "Alemanno non perde occasione di cercare capro espiatorio suoi fallimenti"
Enzo Luciani - 2 Novembre 2012

Il Consiglio comunale non ha ancora approvato il bilancio preventivo 2012 oltrepassando anche la scadenza del 31 ottobre. "Ovviamente- ironizza Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI dopo gli attacchi di Alemanno all’assemblea capitolina – non è colpa sua e della maggioranza PDL ma dell’opposizione, che alleatasi col maltempo e con le cavallette del film Blues Brothers, ha ordito un diabolico piano. Il Prefetto Pecoraro sta per concedere un’ulteriore proroga, anziché quindici giorni assegni ad Alemanno tempi illimitati e la possibilità di non approvare il bilancio, così da non far correre al PDL il rischio di un’ulteriore figuraccia. Intanto – conclude Catarci – Roma muore, lentamente e inesorabilmente…”.

Questa volta le critiche ad Alemanno rispetto alla mancata approvazione del bilancio arrivano anche da esponenti del suo partito.  “A Gianni Alemanno – commenta Fabrizio Santori –  che non perde occasione per cercare a destra e a manca qualche capro espiatorio al quale addossare la causa di alcuni suoi evidenti fallimenti, vorrei dire che è ingeneroso, oltreché falsamente moralista, accusare l’assemblea capitolina di alimentare l’antipolitica. Se il sindaco sente la necessità, direi finalmente, di capire da dove origina questa ondata di antipolitica, io gli suggerisco, per esempio, di guardare in casa propria ai molti indagati che sono poi le colonne portanti della sua corrente”.

“Mi piace oggi ricordare ad Alemanno – continua Santori – quando era il capo dell’opposizione in Campidoglio e, nel febbraio del 2008, consentì, senza alcuna opposizione, l’approvazione del Piano Regolatore di Veltroni facendosi cassare tutti gli ordini del giorno in un sol colpo solo senza neanche presentare ricorso al Tar e al Consiglio di Stato cosa che, invece, ha fatto ora l’opposizione con la delibera sull’Acea sulla quale il sindaco e il suo staff si sono incaponiti bloccando l’Assemblea capitolina per 7 mesi”.

Dar Ciriola asporto

"Oggi dovremmo essere in aula a discutere il bilancio del 2013 – conclude il candidato alle primarie come sindaco della città – Invece stiamo ancora tentando di approvare quello del 2012. Ma chiedo ad Alemanno: è solo colpa dell’Assemblea capitolina e dell’opposizione che ha presentato 67 mila documenti collegati al bilancio? O piuttosto della giunta Alemanno che, in colpevole e ingiustificabile ritardo, ha presentato il documento di bilancio solo a marzo 2012?” conclude Santori.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti