Blitz al Mercato della Moschea

Sappino(Sinistra e Libertà): "la Roma di Alemanno è forte con i deboli e debole con i forti"
Enzo Luciani - 13 Novembre 2009

Si è svolto questa mattina, 13 novembre, un blitz delle forze dell’ordine al mercato abusivo di fronte la Moschea di Roma, da tempo al centro dell’attenzione del II Municipio. “Desidero esprimere il mio personale ringraziamento al Comando dei Vigili, e alle altre Forze dell’Ordine che, sono intervenute per la prima fase dell’operazione di bonifica ambientale dell’area”, queste le prime parole del presidente del Municipio Roma II, Sara De Angelis, a margine dell’intervento. “Per quanto attiene alla richiesta di regolarizzazione del mercatino che si svolge in quel luogo la mattina del venerdì è già partita l’opera di censimento delle attività attualmente in essere”.
“E’ stato inoltre avviato, nei giorni scorsi, un tavolo di lavoro da me presieduto cui hanno partecipano i rappresentanti degli operatori della Comunità Islamica e il Gabinetto del Sindaco di Roma” spiega De Angelis “e siamo fiduciosi che a breve verrà approvata la bozza di delibera che da tali incontri è scaturita e che regolarizzerà, secondo quanto disposto dalla normativa vigente, le attività che lì si esercitano”.
“E’ stato chiaro sin dal giorno del nostro insediamento che il mercatino rappresentava una problematica”, conclude Sara De Angelis “problematica che si trascinava ormai da 15 anni e sulla quale le Amministrazioni Comunale e Municipale, sarebbero comunque intervenute”.

Dura la reazione del consigliere Luca Sappino, capogruppo di Sinistra e Libertà nel II municipio che accusa l’amministrazione comunale di essere ‘Forte con i deboli e debole con i forti’. "Non c’è molto altro da dire – dichiara Sappino – questa è la Roma di Alemanno. “Sinistra e Libertà non può che dirsi sconcertata per quanto successo stamattina alla moschea”.  “Con questo gesto, impedendo lo svolgimento del mercato, il centrodestra romano ha fatto crollare ciò che rappresentava un ponte culturale tra le comunità della città”.
“In una sola mattina il PdL ha buttato nel cestino mesi di lavoro” conclude Sappino, “perchè tutti insieme stavamo lavorando per risolvere i problemi, sanitari  e amministrativi, del mercato. Ma quando si mostrano i muscoli e si chiudono le porte diventa tutto più difficile”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti