Sport  

Bojan, Heinze, Valdes: la Roma che sarà

Il ds Sabatini ha concluso tre importanti acquisti,la nuova Roma comincia a delinearsi
di Lorenzo Censi - 23 Luglio 2011

Il tassello più importante della campagna acquisti giallorosa ha ora un volto ed un nome, di primissimo piano.

Bojan Krkic venerdì ha firmato il contratto che lo legherà alla Roma per i prossimi quattro anni, attraverso la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni di euro. Il Barcellona potrà controriscattarlo nel 2013 versando 13 milioni, ma la società giallorosa potrà bloccarne il “riacquisto” offrendo ai blaugrana altri 28 milioni, per una somma complessiva di 40 milioni. Il giocatore è sbarcato a Fiumicino intorno alle 21 di venerdì. Sabato mattina ha ultimato le visite mediche di rito presso l’ospedale Gemelli e nel pomeriggio si aggregherà alla squadra nel ritiro di Brunico. E’ stata fissata per domenica alle 13 la conferenza stampa di presentazione, nel centro sportivo di Riscone.

“E con l’interesse che mi ha mostrato nell’ultimo mese, la Roma ha già conquistato un pezzetto del mio cuore” ha dichiarato Bojan nell’ultima conferenza a Barcellona, in cui non ha lesinato alcune frecciate alla gestione tecnica .Infatti la volontà del giocatore è stata fondamentale per mettere nero su bianco un accordo che già era stato raggiunto il 21 giugno scorso L’acquisto di Alexis Sanchez da parte della società blaugrana ha dato il via libera alla cessione di Bojan, che nell’ultima stagione ha faticato a trovare spazio, complici la definitiva consacrazione di Pedro e l’inserimento in rosa dell’olandese Afellay.

La recente flessione ha trovato conferme anche nella vittoriosa spedizione dell’under 21 spagnola in Danimarca. Il ct Luis Milla durante gli ultimi Europei di categoria che hanno visto trionfare proprio la compagine iberica, non l’ha mai schierato titolare, preferendogli l’attaccante del Deportivo Adrian Lopez.

Ma Bojan è il giocatore più prolifico della storia della cantera catalana: 3 gol di media a partita per un totale di 648 reti in 8 anni. Esordisce con Rijkaard nel 2007, a soli 17 anni, diventando il giocatore più giovane ad esordire in Champions League (contro il Lione, a settembre) ed il più giovane marcatore nella Liga (contro il Villareal, ad ottobre), battendo il precedente record detenuto da un certo Messi.

Da quel momento è una continua ascesa, sempre in doppia cifra tra Liga, Champions e Coppa del Re, nonostante la concorrenza di giocatori del calibro di Larsson prima, Henry ed Ibrahimovic poi.
Bojan può spaziare su tutto il fronte offensivo, anche se predilige il ruolo di punta centrale. Ma il suo fisico minuto (170cm x 65kg) gli permette di partire largo sia da destra che da sinistra, sfruttando la sua bravura con entrambi i piedi e la sua velocità. La concretezza sotto porta completa il quadro di uno dei classe ‘90 più forti in circolazione.

Nel pomeriggio di mercoledì  era atterrato a Fiumicino Jose Angel Valdes. Il giocatore ha firmato un contratto quinquennale con un ingaggio da 700.000 euro, mentre allo Sporting Gjion sono andati 4,5 milioni. L’asturiano(già a Brunico) andrà a colmare il vuoto lasciato sulla fascia sinistra dalla partenza di John Arne Riise. Angel Valdes ha grande facilità di corsa, è attento alla fase difensiva ed è molto abile nell’accompagnare l’azione, proprio quello che richiede Luis Enrique ai terzini. Data la giovane età (è un ‘89) e la poca esperienza, resta comunque una scommessa. Anche lui, come Bojan ha vissuto la gloriosa cavalcata dell’under 21 spagnola in Danimarca dalla panchina, in qualità di riserva del milanista Didac Vilà.

Nella mattinata di sabato si è aggregato al ritiro di Riscone il nuovo difensore giallorosso Gabriel Heinze. L’ex del Real Madrid e del Manchester United, svincolato dopo l’esperienza con il Marsiglia, è stato proposto a Sabatini pochi giorni fa. Per una felice conclusione dell’affare l’argentino si è sensibilmente diminuito l’ingaggio: percepirà 1,2 milioni per un anno di contratto, ma superando le 25 presenze in campionato l’accordo si rinnoverà automaticamente per un altro anno alle stesse condizioni economiche. Il trentatreenne può giocare sia esterno che centrale di difesa, proponendosi come prima alternativa (per il momento) degli acciaccati Burdisso e Juan.

Adotta Abitare A

Insieme a quello di Heinze , venerdì è stato depositato in Lega anche il contratto del francese Loic Nego, che però raggiungerà i compagni solo ad agosto. Come Lamela infatti, Nego sarà impegnato nei mondiali under 20 in Colombia.

Tramontata definitivamente l’idea Kameni, per il ruolo di portiere sembra essere in dirittura d’arrivo l’acquisto di Stekelenburg. “Non sono mai stato così vicino a un nuova squadra. La palla sta in Italia.” ha dichiarato lo stesso portiere in riferimento alla sua permanenza ad Amsterdam. Le sue parole mettono pressione ai lancieri (ha un contratto in scadenza nel 2012) ed indicano che le parti sono vicinissime: l’olandese infatti vuole misurarsi con un campionato più importante dell’Eredivise. “Noi possiamo anche capire il giocatore, non ha senso tenerlo contro voglia e vorremmo accontentare Maarten che ha fatto 8 anni nella prima squadra da grande professionista.”, queste le dichiarazioni del team manager dell’Ajax Endt, che testimoniano un’apertura netta rispetto alle precedenti settimane di trattativa. L’offerta di Sabatini è tra i 6 e i 7 milioni ai lancieri più 1 all’anno per il giocatore. Per l’inizio della prossima settimana Stekelenburg potrebbe essere il nuovo numero uno della Roma.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti