Bonessio (Verdi Lazio): la Commissione Ecomafie boccia Riano e Corcolle

Enzo Luciani - 23 Novembre 2011

 «Le conclusioni tratte dalla Commissione Ecomafie  – afferma il Presidente dei Verdi del Lazio, Bonessio in un comunicato del 22 novembre 2011 – che ha svolto un approfondito sopraluogo questa mattina in entrambi i siti di Riano e Corcolle puntano il dito in maniera netta sull’inerzia della Regione nell’affrontare la questione Rifiuti. Entrambi i siti secondo la Commissione possiedono tutte le carenze e i difetti rilevati sia da noi, sia dai cittadini che rendono assolutamente inadatti i due siti. Quest’ennesimo capitolo della vicenda rifiuti mette in luce, se ce ne fosse ancora bisogno l’inadeguatezza della politica del centrodestra in materia di Rifiuti, visto che il Presidente della Commissione Gaetano Pecorella ha dovuto ammettere il fatto che: “l’unico a occuparsi della vicenda rifiuti, anche traendone vantaggio personale” è il monopolista della “monnezza” Cerroni. Ora le ipotesi sono solo due: o incompetenza o malafede. In entrambi i casi sia Alemanno dal oltre tre anni sia la Polverini da quasi due anni si stanno dimostrando capaci di una sola cosa: il disastro. Non sfugge a nessuno, infatti, che siamo al 22 novembre, che Malagrotta dovrebbe chiudere il 31 dicembre e che Cerroni, intendendo mettere sotto scacco l’intera città, ha dichiarato che le volumetrie della maxidiscarica dovrebbero esaurirsi il 6 gennaio 2012. Facile disegnare l’epilogo: l’affaire rifiuti sarà consegnato all’abbraccio mortale del “monopolista” – l’unico che, ironia della sorte, abbia fatto qualcosa sui rifiuti come afferma Pecorella – o sarà emergenza di quelle dure, perché Roma è una città di tre milioni d’abitanti dove la gestione dei rifiuti già corre sul filo del rasoio visto che bastano un paio di giorni di sospensione della raccolta per mandare in tilt interi quartieri. Naturalmente nella più assoluta inerzia della Regione visto che il discutibilissimo Piano Rifiuti è ancora arenato in Commissione Ambiente. Speriamo per il bene di Roma e del Lazio di essere smentiti, ma i fatti non ci inducono a essere ottimisti».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti