Boom di iscritti al liceo Benedetto da Norcia: +31,25% (al classico: +72,72%)

Iscrizioni anno scolastico 2019/2020: i risultati nazionali
Francesco Sirleto - 2 Febbraio 2019
Abitare A Settembre 2019

Il 31 gennaio 2019 si sono chiuse le iscrizioni on-line alle prime classi delle scuole, sia del primo ciclo (primaria e secondaria di primo grado) che del secondo ciclo (secondaria di secondo grado), per l’anno scolastico 2019/2020.

Sulla piattaforma telematica messa a disposizione dal MIUR (Ministero dell’Istruzione) sono già consultabili gli esiti complessivi relativi ai vari tipi e indirizzi di scuole medie superiori di tutta la penisola.

Da questi dati emerge una netta prevalenza, nelle preferenze degli studenti e delle famiglie, dei licei (55%), rispetto agli istituti tecnici (31%) e agli istituti professionali (13,6%).

Tra i licei è ancora lo scientifico ad ottenere i maggiori favori (25,5%); segue il liceo linguistico (con il 9,3%), il liceo delle scienze umane (8,3%), il liceo classico (6,8% contro il 6,7% dello scorso anno, quindi in lieve miglioramento), il liceo artistico (4%).

I dati del Benedetto da Norcia

Ovviamente questi dati riguardano tutta la penisola e, di conseguenza, risultano scarsamente interessanti per comprendere le tendenze che emergono a livello di territori; al contrario sono gli esiti delle “campagne acquisti” delle singole scuole presenti in un determinato territorio ad assumere un particolare valore conoscitivo.

In particolare, per quanto riguarda il territorio del Municipio V, mentre siamo in attesa di conoscere i risultati di tutte le scuole (licei, tecnici e professionali), si possono già divulgare i dati relativi allo storico liceo Benedetto da Norcia, certamente il più longevo della sua categoria, avendo festeggiato da poco il suo 50° anniversario.
Questo liceo presenta risultati che si discostano notevolmente dai dati nazionali: i nuovi iscritti, infatti, sono 252, cioè il 31,25% in più rispetto al dato conclusivo del precedente anno scolastico (192 iscrizioni).

Per quanto concerne l’articolazione interna alla scuola – rispettivamente il tradizionale indirizzo classico e il nuovo indirizzo delle scienze umane – il liceo delle scienze umane (al suo settimo anno di vita) ottiene 176 iscritti (+ 18,91% rispetto ai 148 del precedente anno scolastico), mentre l’originario liceo classico passa dai 44 iscritti del 2018/2019 ai 76 iscritti del 2019/2020 (ben il 72,72% in più).

Questi risultati stanno ad indicare, da una parte il consolidamento e il radicamento dell’indirizzo scienze umane sul nostro territorio, dall’altra un grande ed inaspettato rilancio del fabbisogno di cultura classica in quartieri che, negli ultimi anni, sembravano aver preso le distanze dai “logoi” degli scrittori greci e dai “sermones” degli oratori latini.

E’ invece evidente che la cultura umanistica (in senso lato) e le “belle lettere” continuano ancora a riscuotere successo e favori tra gli adolescenti, a qualunque classe sociale essi appartengano.

A fronte di questi lusinghieri risultati si avverte, tanto nella dirigenza scolastica, quanto nel corpo docente della scuola, un sentimento di grande soddisfazione-

I motivi del successo

“Questi risultati – ci dice un anziano docente del liceo – sono il frutto di un notevole lavoro, quasi sempre volontario, profuso dalla maggior parte dei docenti che, soprattutto in questi mesi, hanno organizzato eventi (la Notte dei licei classici, la Festa del 50° anniversario, spettacoli e laboratori, visite guidate, il viaggio d’istruzione a Berlino, le Giornate della memoria, ecc.) e impiegato le loro migliori energie nell’aggiornamento e nel miglioramento, sia personale che della didattica quotidiana, anche attraverso l’uso sempre più esteso delle nuove tecnologie”.

A questo successo hanno contribuito – aggiunge il docente intervistato – anche gli alunni impegnati da protagonisti nei vari eventi, un valoroso gruppo di genitori, nonché il personale ATA (amministrativi, tecnici e ausiliari) della scuola.

Nonostante siano ormai trascorsi cinquant’anni dalla sua istituzione, il Benedetto da Norcia continuerà, siamo convinti, ad essere un punto di riferimento per il nostro territorio e per la sua crescita culturale e sociale.

Francesco Sirleto


Commenti

  Commenti: 1


  1. Leggo con piacere, da nativo di Centocelle, i vostri articoli sul Benedetto sa Norcia. Grazie e, se posso chiedere, gradirei leggere i nomi dei Docenti che hanno senz’altro contribuito a questo successo
    Cordialmente

Commenti