Borussia Lazio 3-3: una girandola di emozioni

I biancocelesti pareggiano al Borussia Park per l'Europa League
di Davide Sperati - 15 Febbraio 2013

Una gara stupenda dal punto di vista delle emozioni, quella di giovedì 14 febbraio 2013, che ha visto la Lazio scontrarsi con il Borussia Moenchengladbach. La Lazio ha subito due delle tre reti, su rigori evitabilissimi (falli di Dias e Cana). Un altro rigore, sempre procurato dal brasiliano con conseguente espulsione, è stato parato da San Marchetti, mentre una punizione innocua a due minuti dalla fine, è diventata con una impercettibile deviazione di Floccari, la rete del tre a due per i tedeschi.

E quando tutto sembrava finito, ecco che il pennellone Kozak addrizzava le sorti di un match che tutto sommato ha visto un’ottima Lazio, soprattutto dalla seconda parte del primo tempo in poi. Una squadra cambiata nell’intervallo dal suo tecnico, che toglie Ledesma (apparso stanco) per Kozak. Nella ripresa, come la parte finale del primo tempo, la Lazio sale e fa sua la gara.

Prima il pareggio di Floccari al 56′, servito divinamente da Candreva dalla destra; poi il sorpasso di Kozak al 64′ con un assist dalla sinistra confezionato da un Lulic che sembra tornato alla forma dello scorso anno. Quando tutto sembra filare liscio, con la Lazio padrona del campo, ecco che Dias commette un altro fallo da rigore venendo anche espulso e complicando i piani della capitolina. Fortuna vuole, che Marchetti respinga il rigore di Stranzl ma, con un uomo in meno, piano piano la formazione ospite arretra cominciando a soffrire leggermente.

Non sazi, a fare i falli da rigore ci si mette anche Cana ma stavolta a tirare il penalty è Marx che non sbaglia dagli undici metri. Tutto farebbe presagire un risultato finale di parità, ma a tre minuti dal termine una punizione spiovente di Arango e leggermente spizzata di testa da Floccari, mette fuori tempo Marchetti consentendo al Borussia di trovare un sorpasso quasi insperato.

A questo punto la beffa ci sta tutta, ma forse è troppo ingiusta per quello che ha fatto vedere la Lazio. Infatti al terzo minuto di recupero, una palla morbida del Profeta pesca Kozak, lasciato incredibilmente solo in area. La realizzazione in girata di testa da due passi, è facile e con il risultato di tre pari si chiude un match ricco di emozioni ed episodi.

La Lazio è sembrata migliore e questo risultato la mette in vantaggio per il match di ritorno. Infatti basterà non perdere e passare il turno. Solo un pareggio di quattro pari darebbe la qualificazione ai tedeschi e considerando quello che è successo in questo match meglio rimanere all’allerta. 

Lazio
Marchetti 7. Para un rigore e colleziona diverse parate importanti.
Konko 7. Classe ed eleganza da vendere
Dias 3,5. Causa due rigori e viene anche espulso. Sciocco oltre ogni modo.
Biava 7. Il vero leader della difesa è sempre più lui.
Radu 6. Bene in copertura.
Ledesma 5. Impreciso più del solito. (Dal 46′ Kozak 7,5. Doppietta pesantissima. Quinto goal in Europa League).
Gonzalez 6,5. Ottimo filtro di centrocampo. Dai suoi piedi inizia l’azione del goal di Floccari.
Candreva 6,5. Una perla il suo assist per Floccari al 57′. (Dal 71′ Cana 5,5. Benino ma il fallo da rigore risveglia gli spiriti tedeschi).
Hernanes 7. Giocoliere. Colleziona l’assist del tre a due per Kozak. Quando esce Ledesma lui si mette al centro e la performance della squadra migliora notevolmente.
Lulic 7. Suo l’assist per il primo goal di Kozak. Salva sulla respinta di Marchetti in occasione del rigore parato. (Dal 87′ Ciani sv)
Floccari 7. Gran goal per il boia di Vibo Valentia.

Borussia Moenchengladbach
Ter Stegen 6,5
Stranzl 6
Brouwers 6
Dominguez 5,5
Wendt 5
Cigerci 5,5 (Dal 74′ Xhaka 5)
Jentschke 5
Nordveit 6 (Dal 71′ Marx 6)
Arango 7
Herrmann 6
L. De Jong 5

Arbitro
Karasev (Rus) 6,5


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti