Botti e trambusto a Colli Aniene

Nel pomeriggio del 6 gennaio tra via Calosso e via Sommovigo
Federico Carabetta - 7 Gennaio 2021

Il pomeriggio di ieri 6 gennaio 2021, tra via Calosso e via Sommovigo uno scriteriato ha pensato di improvvisare uno spettacolo pirotecnico. Come era da aspettarsi, gli scoppi hanno creato il panico negli animali domestici e nei padroni che non hanno avuto modo di prepararsi e preparare i loro amici cani, gatti, uccelli da voliera. Grande paura e disorientamento anche nella popolazione di volatili di cui abbonda il nostro quartiere.

Non dimentichiamo gli ammalati.

Le fonti riferiscono di un parapiglia tra residenti della zona e l’autore dei fuochi con urla e insulti ai quali hanno fatto eco dai balconi cani e umani.

Vogliamo ora ricordare quello che si può apprendere da tutte le fonti di informazione, cioè che fare fuochi d’artificio in prossimità di luoghi abitati è sempre vietato.  In particolare, nelle città di Roma, Firenze, Milano, Trieste, Venezia, Torino e altre ancora, da qualche anno i botti, anche durante le feste, sono severamente vietati all’interno del territorio comunale oppure nei centri storici. Il divieto non riguarda solo la battaglia degli animalisti, che cercano di tutelare tutti gli animali domestici che sono quelli che si spaventano e ci rimettono maggiormente, ma serve anche a tutelare la sicurezza pubblica e preservare i monumenti, le fontane e tutto ciò che ha un valore storico o artistico.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti