Buon anno agli amici giornalisti, nel ricordo di Gianna Radiconcini

GiProietti - 2 Gennaio 2021

Voglio mandare all’inizio del nuovo anno un grazie di cuore ai giornalisti che fanno servizio di informazione, educazione culturale e civile, ricerca della verità in difesa della giustizia e della democrazia, insomma a coloro che dovrebbero essere i grandi amici di tutti i cittadini, di ogni razza e religione.

Voglio ricordare a loro una grande giornalista, la prima corrispondente RAI da Bruxelles e Strasburgo, una donna coraggiosa, che lotto’ tutta la vita contro il fascismo più becero (conobbe la donna che ispirò Rossellini in “Roma Città Aperta”), nel Partito d’Azione una delle pochissime figure femminili, innamorata della intuizione immane di Altiero Spinelli e del Manifesto di Ventotene: Gianna Radiconcini.

Gianna ci ha lasciato a 94 anni quasi un mese fa e le sue ceneri, su suo desiderio, sono state sparse nell’amato mare di Ventotene, dove nacque la grande utopia europea, con Rossi, Spinelli e Colorni.
Ma lei non era una sognatrice, anzi badava alle cose reali, ai comportamenti profondi di chi deve lottare sempre per arrivare alla verità e difendere la dignità di tutti.
Non aveva timori referenziali, parlò liberamente davanti ai comunisti di Modena delle ultime perplessità comunistiche di Spinelli, davanti a Pajetta che voleva rimproverarla. E quando faceva la corrispondente da Bruxelles ebbe l'”impudenza” di chiedere a Bettino Craxi – che da Presidente del Consiglio aveva con un DPCM regalato a Berlusconi la libertà di trasmettere in tutto il territorio nazionale alle sue Reti, contro precedenti interventi della magistratura -, i motivi della sua decisione, il regale e sovrano Bettino, dall’alto dei suoi 110 chili, le disse sprezzante: “Ma TU chi sei?..”
Lei, altera, seria, cosciente della sua dignità, gelò il sorrisetto del padreterno di turno con un perfetto: “Io sono Gianna Radiconcini!. E tu chi sei?”

Auguro ai miei amici giornalisti di ricordarsi sempre della loro dignità e di quella dei loro rappresentati, in situazioni analoghe.

Buon Anno!

 

GiProietti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti