Buone notizie dalle analisi del suolo del Parco Centocelle

Lo afferma l’Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio Dario Pulcini
Redazione - 3 Dicembre 2019
Una buona notizia per i cittadini del quartiere del V Municipio: sulla base delle ultime analisi il Parco Archeologico di Centocelle è fruibile senza alcun pericolo. A parlarne, l’Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio, Dario Pulcini: ”Al di là degli allarmismi paventati in maniera propagandistica, dalle attuali indagini non risultano particolari pericoli per l’area. Voglio ricordare che nessuno dei precedenti “competenti” governi della città si era mai premurato di effettuare le analisi”.
Ieri mattina 2 dicembre 2019 si è svolto un consiglio municipale straordinario per presentare i risultati attuali dell’indagine effettuata da CNR e ARPA Lazio sul parco. Grande assente – fa notare l’assessore Pulcini – la ASL della Regione Lazio, che non ha partecipato alle varie riunioni indette dal Dipartimento.
Pulcini ha quindi dichiarato:”Una delle battaglie del Movimento cinque stelle a livello comunale e municipale è stata ed è proprio quella di riqualificare il parco dal punto di vista ambientale, storico e archeologico, dopo anni in cui è stato vittima di attività illecite, abbandono di rifiuti e immobilismo”.
“Sul parco sono state emesse – ricorda Pulcini – due ordinanze del Sindaco Virginia Raggi ed erano previsti degli approfondimenti sul suolo e sottosuolo che sono stati realizzati dal CNR e da Arpa Lazio, coordinati dalla Direzione Rifiuti, Risanamenti e Inquinamenti del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, diretta dalla Dott.ssa Laura D’Aprile, che l’Assessore del V Municipio ringrazia sentitamente per la professionalità dimostrata.
“Nel corso del consiglio è stato ripercorso dal geologo del CNR l’iter che ha portato agli attuali risultati: sono stati fatti dei campionamenti da giugno 2019 da parte di CNR e Arpa Lazio. Sono stati mostrati sulla mappa i punti dove è avvenuto il campionamento che è stato realizzato sotto la guida della Sovrintendenza. Ciascun campione ha subito una profonda analisi sia superficiale che profonda. Sono stati poi mostrati i dati relativi alla concentrazione degli elementi e dei composti presenti sul terreno. Dalle indagini svolte non emergono particolari criticità, quindi non si dovrà procederà alla bonifica.
L’attività di  studio e di indagine proseguirà a garanzia della sicurezza e della pubblica incolumità di tutti i cittadini.”
Pulcini ha poi concluso: ”Continua incessantemente il nostro lavoro per tutelare questo importante polmone verde del territorio”.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti