Caffè “salato” al quartiere Eur

1.10 per un espresso consumato al bancone
Enzo Luciani - 11 Dicembre 2012

1,10 euro per una tazzina di caffè. Un prezzo record per un semplice espresso consumato al bancone di un bar in viale Europa, nel quartiere Eur di Roma. La denuncia arriva dal Codacons, che dopo aver ricevuto le segnalazioni degli utenti ha mandato i propri ispettori a verificare di persona.

"Ci chiediamo – afferma il Presidente Carlo Rienzi – a questo punto cosa faccia l’assessore alla Tutela dei consumatori della Regione Lazio, Teodoro Buontempo, di fronte ad una delle tante dimostrazioni di come il commercio aiuti la crisi".

Il Segretario dell’Associazione Esercenti Bar e Gelaterie di Roma e Provincia, Claudio Pica si schiera in difesa della categoria. “La nostra Associazione in rappresentanza degli oltre 7000 bar presenti su Roma – dichiara Claudio Pica –  ha sempre mantenuto in questi anni un listino fermo ad euro 0,80 centesimi ed addirittura in alcuni casi, assistiamo a prezzi inferiori che possono oscillare tra i 0,60 e 0,70 centesimi. Nonostante gli esercenti romani hanno visto aumentare le spese di gestione tra le quali le spese del personale, la tariffa della nettezza urbana, la tariffa di occupazione di suolo pubblico, energia elettrica e – in quest’ultimo anno – anche l’IMU.

Possiamo affermare – sottolinea Claudio Pica – che alcuni casi isolati non possono penalizzare la categoria o diventare la rappresentazione dei tanti esercizi romani che sono da sempre vicini ai consumatori. Affermiamo che il prezzo della tazzina del caffè è un prezzo libero e non calmierato e comunque ogni esercente nell’applicazione del proprio listino, valuta tutte le spese di gestione. Auspichiamo che nel prossimo futuro, a partire dalla primavera del 2013, la nostra categoria possa portare il prezzo standard a 0,90 centesimi, prezzo che è per la nostra sopravvivenza per coprire le spese di gestione e non per arricchirci, come qualcuno potrebbe pensare.”

   

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti