Sport  

Cagliari – Roma: i giallorossi vincono 3 a 0 a tavolino

Enzo Luciani - 25 Settembre 2012

E’ ufficiale: la Roma si aggiudica la vittoria contro il Cagliari per 3 a 0 a tavolino. E’ quanto stabilito dal giudice sportivo Giampaolo Tosel che, in seguito agli eventi dei giorni scorsi, ha deciso di assegnare la vittoria ai capitolini che aveva già fatto ricorso.  

Il presidente del Catania Cellino questa volta l’ha combinata grossa. Un provvedimento del Prefetto, aveva deciso di far giocare la gara a porte chiuse nello stadio di Quartu Sant’Elena, per impraticabilità dello stadio. Nonostante ciò un comunicato del presidente della società sarda, Cellino, invitava i tifosi a recarsi comunque allo stadio. Così, sabato sera la partita è stata sospesa "per l’urgente e grave necessità di tutelare l’ordine pubblico e la sicurezza pubblica". 

Il giudice è duro con la società accusata di aver messo in atto una provocazione che "costituisce una palese violazione di cui all’art. 12, n. 2 CGS, che impone alle Società la rigorosa osservanza delle disposizioni emanate dalle pubbliche autorità in materia di pubblica sicurezza", una iniziativa che "ha costituito la causa diretta ed esclusiva dell’impedimento alla regolare effettuazione della gara". Il giudice ha anche disposto la trasmissione di copia degli atti al Procuratore federale "per quanto di competenza in merito alla condotta del Presidente della Società stessa”.

La Società Romanista non ha rilasciato dichiarazione a riguardo, mentre Cellino ha lanciato una frecciata a Baldini accusandolo di aver approfittato della situazione. Ma il presidente della Lazio sembra isolato. Anche la Federcalcio sostiene le ragioni dei romanisti. Secondo il presidente Abete la disobbedienza di Cellino è inaccettabile ed il suo comunicato "ha determinato un effetto domino negativo con conseguenze anche sull’immagine complessiva del calcio italiano".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti