Calcio a 5, Carlisport, Filippini e l’occasione sciupata col Prato Rinaldo: ‘Tre punti persi’

Enzo Luciani - 29 Novembre 2011

ARICCIA – Uno stop molto amaro. E’ stato questo il k.o. della Carlisport sul campo del Prato Rinaldo per 5-3 (gol ariccini di Taloni, Richartz e Lippolis). «Sono tre punti persi» concorda il giovane estremo difensore Michael Filippini, al debutto stagionale da titolare per l’infortunio che ha colpito Vailati. «Credo che il risultato finale sia stato davvero bugiardo e inaspettato: ad un certo punto della gara in pochi avrebbero scommesso sulla vittoria del Prato Rinaldo, loro sono stati bravi a crederci, ma noi abbiamo perso un’occasione importante».

Il momento “clou” della gara è facile da individuare per Filippini. «Indubbiamente sul 2-0 quando abbiamo avuto l’opportunità di chiudere la gara coi due tiri liberi concessici».
Filippini fa autocritica anche sulla sua prestazione. «Poteva andare meglio, so di poter dare di più soprattutto dal punto di vista mentale e della tensione, come mi ricordano spesso i componenti dello staff tecnico».

Le cinque vittorie consecutive potrebbero aver avuto un peso “mentale” sulla prestazione della Carlisport.
«Lo escluso nella maniera più assoluta – rimarca il giovane portiere – perché nel nostro gruppo non c’è nessun appagamento, anzi siamo tutti motivati a dare il massimo. Direi che è stata una partita storta dopo una serie di buone prestazioni, ci può stare».

All’orizzonte c’è un’altra gara esterna da affrontare, quella sul campo di un Paolo Agus da tutti indicata come una formazione molto quotata. «Già le trasferte in Sardegna hanno delle difficoltà implicite nel viaggio da fare – dice Filippini – poi bisogna aggiungere la forza della squadra avversaria. Ma noi siamo pronti e vogliamo giocarcela anche lì». L’obiettivo del sodalizio del presidente Carliseppe, però, non cambia. «Centriamo la salvezza al più presto – sottolinea Filippini -, tutto quello che verrà in più sarà tanto di guadagnato».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti