Campidoglio, verso l’aumento di consiglieri ed assessori

Cutrufo: "aumento si farà senza aggravio di spesa"
Enzo Luciani - 21 Luglio 2011

“Porteremo da 48 a 60 il numero dei consiglieri dell’Assemblea Capitolina e conseguentemente gli assessori da 12 a 15, con una norma inserita nel Secondo decreto su Roma Capitale, naturalmente senza che questo comporti alcun aggravio di spesa”.
Lo ha annunciato il senatore Mauro Cutrufo, al termine di una conferenza stampa in via dell’Umiltà, in cui ha assunto nel Pdl la delega di responsabile degli enti locali con una specifica delega, quella per Roma Capitale e le città metropolitane.
“Roma – ha aggiunto Cutrufo, che nel corso della conferenza stampa ha donato una copia del suo libro “La Quarta Capitale” al segretario del Pdl Angelino Alfano – non e’ un semplice Comune, ma è una città che, per il suo peso e i suoi primati, deve avere una legittimazione che tenga conto della sua particolarità. Le altre principali capitali europee nel loro ordinamento godono invece di una legislazione speciale e di uno status personalizzato. Berlino, Vienna e Bruxelles sono lander all’interno dei loro rispettivi Stati federali, ossia città equiparate allo Stato/Regione, con competenze legislative separate da quelle statali. Londra e Parigi, invece, pur senza un riconoscimento costituzionale, sono supercomuni diversi dagli altri, anche se privi di competenze legislative. Roma è stata per anni governata alla stregua di ogni altro Comune italiano, che non ha oneri e onori di una grande capitale europea. Con il primo decreto attuativo, abbiamo quindi conseguito un risultato importante, grazie al quale oggi possiamo parlare finalmente di Roma Capitale, ma questo provvedimento non entra ancora nel merito delle singole competenze. E’ quindi fondamentale per lo sviluppo della città portare avanti nel partito e in Parlamento l’iter di approvazione del secondo decreto che definirà i poteri di Roma Capitale”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti