Campo Sportivo Testaccio

Azuni(Sel): "ennesima opera incompiuta"
Enzo Luciani - 4 Ottobre 2012

Ancora nessuna notizia per il ripristino dello Storico Campo Sportivo Testaccio. "Era il 6 luglio scorso quando, si è riunita la Commissione Trasparenza e Garanzia, alla presenza di tutto gli uffici interessati e del delegato allo Sport Alessandro Cochi, sembrava si fosse posta la parola fine all’annoso problema del PUP di Via Zabaglia". Dichiara in una nota Maria Gemma Azuni, Presidente del Gruppo Misto (Sinistra, Ecologia Libertà) in Assemblea Capitolina.

 In quella sede – prosegue la consigliera- si è appreso che mancavano alla società concessionaria alcuni nulla osta d’obbligo per poter iniziare i lavori sia del PUP che per il ripristino dell’impianto sportivo sovrastante. Nella stessa sede si era convenuto di sollecitare la società, altrimenti si sarebbe provveduto alla revoca della concessione.

Sembrava essere giunti ad una soluzione e che a breve i lavori avrebbero avuto inizio.   Sono trascorsi mesi, senza contare i 4 anni prima, senza che questa amministrazione abbia vigilato per impedire un tale considerevole ritardo.  In tutto questo chi ha pagato sono i cittadini di testaccio che hanno visto lo storico rione cadere sempre più nel degrado, con un cantiere a cielo aperto ridotto ad un cumulo di macerie; ora anche il rogo a sancire l’assoluto disinteresse e negligenza di questa amministrazione. Avevo già sollecitato molti mesi or sono in occasione della petizione sulla ZTL di Testaccio una veloce conclusione della paradossale vicenda. Vigilerò con attenzione e chiederò con veemenza la verità sui fatti. Bisogna nel più breve tempo possibile che siano ripristinate le adeguate condizioni di vivibilità e sicurezza dei luoghi dove sorge il campo sportivo. Chi pagherà i danni di questo scempio? Basta con gli spot, i cittadini hanno bisogno di concretezza".  

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti