Carta vs Digitale: chi vincerà?

Il libro non è un semplice “contenitore” di informazioni e presenta caratteristiche speciali insostituibili ben note agli appassionati che li ricercano in internet
di R. M. - 18 Ottobre 2013

Quando all’inizio degli anni 80 cominciarono a diffondersi i primi personal computer, ci fu chi sentenziò subito che questo avrebbe determinato una volta per tutte la scomparsa dei libri, ed invece i libri sopravvissero.
Negli anni 90 poi è arrivato internet, gli italiani hanno imparato a leggere davvero di tutto all’interno di pagine web, ed ancora una volta si pensò che la virtualità avrebbe messo fine all’utilizzo della carta, ma così non fu.

ebookNegli anni duemila, insieme agli smartphone ed ai tablet, stiamo vivendo il boom degli ebook. Quello che normalmente verrebbe contenuto in decine e decine di pesanti tomi da enciclopedia sta tutto nel palmo della nostra mano, grazie agli eBook reader come il Kindle di Amazon, che pesa non più qualche centinaio di grammi. Sarà davvero questa l’ultima stazione per il libro?

C’è chi dice di sì, ma in tanti sono disposti a scommettere ancora una volta che il libro in formato cartaceo sopravvivrà anche a questa rivoluzione. Le pagine scritte, soprattutto i libri usati, quelli che gli appassionati vanno a ricercare su internet, magari sperando di accaparrarsi qualche volume antico e difficile da reperire, esercitano ancora grandissimo fascino su tantissime persone.

Il motivo? La convinzione che ebook o pagine web possano essere l’unico futuro possibile per chi legge nasce dal presupposto sbagliato di vedere il libro solo come un “contenitore” di informazioni.

Ma non è così. Il libro, soprattutto quando è ben fatto, è innanzitutto un oggetto di pregio; un qualcosa che ci portiamo insieme in giro o più semplicemente a letto per una lettura prima di dormire, e così anche durante le notte rimane affianco a noi.

E poi ci sono delle caratteristiche tipiche di un buon libro che nessun supporto elettronico potrà mai imitare; caratteristiche come l’odore del libro che ci accompagna durante le letture e spesso ne determina anche il ricordo nel tempo, o le sensazioni tattili quando facciamo scorrere le nostre dita per cambiare pagina o più semplicemente per accarezzare la parole e non leggerle soltanto.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti